Luca D’Angelo: “Oggi di positivo c’è stato poco, ma sono certo che i ragazzi reagiranno da subito per rimettere in sesto questa situazione”

PISA – Al termine della gara fra Pisa e Cittadella, sentiamo l’analisi del mister nerazzurro Luca D’Angelo, unico a parlare, che commenta così un risultato che ha visto la propria squadra soccombere con un pesante 4 a 1.

di Maurizio Ficeli

Una sconfitta  che lascia tanto amaro in bocca e da dimenticare in fretta cercando di reagire immediatamente perché le capacità per farlo ci sono a cominciare dalla prossima trasferta di Ferrara contro la Spal.

Un risultato pesante, dobbiamo guardare bene a quello che è stato fatto perché sicuramente di positivo c’è poco oggi. È indubbio che sui 4 gol subiti oggi, tre ne abbiamo presi su calci piazzati, uno su rigore, uno su calcio d’angolo, più il primo gol su fallo laterale, evidentemente dobbiamo cercare di avere più rabbia in certe situazioni, è anche vero che al 14/15′ eravamo in 10 e perdevamo 2 a 0 con il rigore e mentalmente non era facile, ma siccome eravamo riusciti a stare in partita fino al 70′ dovevamo cercare il gol che potesse riaprire la partita, invece prendendo il terzo gol in dieci la situazione si è fatta irrecuperabile. Non siamo stati neanche fortunati a livello di infortuni, ma il calcio è molto particolare perché su corner abbiamo avuto noi la prima palla gol, prendendo l’uno a zero dopo su fallo laterale poi l’espulsione, e dopo è diventata dura, un episodio avrebbe potuta riaprirla, ma delle disattenzioni sugli angoli ci hanno condannato. Purtroppo quando si perde una partita in maniera netta, non ci possiamo esimere da colpe ed io per primo devo capire quello che bisogna migliorare anche perché i risultati che stiamo facendo non sono buoni. Inoltre dal punto di vista tattico avevo deciso di inserire due mezzale e tre punte per mettere il Cittadella in difficoltà dal punto di vista della pressione. Sicuramente c’è delusione, oltre che per aver perso, anche per aver terminato la gara in una certa maniera. Il Cittadella è sicuramente una squadra forte che ha meritato la vittoria anche se il nostro atteggiamento li ha favoriti. Poi bisogna rilevare che su 8 gare abbiamo subito 20 reti, i numeri dicono che siamo diventati un colabrodo. Dobbiamo uscire da certe situazioni perché i mezzi non ci mancano affatto, ora dobbiamo cercare di andare a prendere 3 punti a Ferrara e dobbiamo ricompattarci. Ho visto i ragazzi molto giù perché volevano fare risultato, ma sono certo che reagiranno da subito per rimettere in sesto questa situazione“.

By