Luca D’Angelo: “Una partita difficile, ma noi siamo pronti”

PISA – Il mister nerazzurro Luca D’Angelo ha parlato alla vigilia della gara in programma sabato 16 gennaio ore 14 che vedrà opposta la propria squadra al Brescia.

di Maurizio Ficeli


Sulla sosta: “Abbiamo avuto questi giorni di interruzione, anche se in pratica gli allenamenti sono continuati anche a casa, i giocatori avevano un programma da svolgere, poi sono più di 7 giorni che ci siamo ritrovati insieme a San Piero e allo stadio e siamo pronti per la gara di domani pomeriggio con il Brescia”.

La condizione della squadra: “Sta bene, i ragazzi sono molto vogliosi di proseguire il percorso iniziato, sapendo che ogni partita, compresa quella di domani, mostra delle difficoltà, però la squadra, dal punto di vista delle motivazioni è molto carica”.

Le assenze di Masucci e Masetti: “Durante la preparazione della gara di Venezia, Masucci e Masetti si sono dovuti fermare. Per Masetti è una cosa più facile da risolvere, mentre purtroppo Gaetano Masucci è finito sotto i ferri però ci auguriamo che entro marzo, primi di aprile possa ritornare a giocare con noi, sappiamo qual è la sua importanza in campo ed all’interno degli spogliatoi e la sua forza d’animo, perciò confidiamo in un suo recupero anche se ci vorrà qualche mese, ma sicuramente Masucci non alza bandiera bianca”.

Riguardo a Varnier: “Anche lui è stato fuori per diverso tempo, questa settimana ha svolto tutti gli allenamenti, quindi è a disposizione anche per giocare fin dall’inizio”.

Stefano Gori e Davide Marsura: “Saranno entrambi a disposizione, l’acquisto di Marsura è stato fatto proprio in riferimento alla questione di Masucci, non potevamo restare con solo 5 attaccanti soprattutto perché ci saranno tantissime partite ravvicinate, perciò come si è visto gia in questo campionato che abbiamo svolto, con i 5 cambi, avere la possibilità anche di mettere due o tre attaccanti nuovi nell’ultima mezz’ora o cambiarli di partita in partita può essere molto fruttuoso, è stata brava la società, on Giovanni Corrado e Roberto Gemmi ad accaparrarsi un giocatore che ha caratteristiche che possono essere molto importanti per noi”.

Il ritorno di Stefano Gori: “Si è tornato, lui viene da un infortunio abbastanza grave però mi sembra già recuperato”.

Sul Brescia: “È una squadra importante, l’ultima partita l’hanno persa in casa, ma io ho visto anche la partita che hanno giocato a Ferrara contro la Spal e che hanno vinto molto bene, squadra che ha giocatori importanti in molti ruoli, quindi da parte nostra ci dovrà essere una gara di grande determinazione da tutti i punti di vista. Una gara come questa si può vincere se si sta bene in campo, sapere cosa fare con la palla in nostro possesso od in possesso degli altri, questo dal punto di vista tattico e poi, ripeto, ci vuole grande determinazione e grande attenzione, noi sicuramente qualche problema lo potremo avere domani, ma lo potremo anche creare al Brescia, quindi dobbiamo essere bravi ad approfittare di tutte le possibilità che ci saranno date”.

Duttilità tecnica e tattica: “Noi come idea di gioco abbiamo sempre la stessa, poi gli interpreti molte volte cambiano il modo di giocare, se giocano determinati atleti siamo una squadra più tecnica, se ne giocano altri siamo una squadra più di corsa, il giusto sarebbe avere il mix perfetto, tra una squadra tecnica che abbina corsa ad intensità”.

Sul mercato aperto fino a fine mese: “Non sono molto d’accordo sul mercato aperto durante il campionato però credo che bisogna adeguarsi, noi non abbiamo necessità di fare altre operazioni, in accordo con gli altri dirigenti dell’area tecnica, pensiamo che interverremo sul mercato soltanto se troveremo giocatori dello stesso livello di quelli che abbiamo, altrimenti se dobbiamo solo aumentare la rosa non ci interessa, quindi prevedo che rimarremo così come siamo”.

By