Luca Nannipieri presenta lo Speciale su Keith Haring su Radio Coltano Marconi

PISA – Il critico d’arte Luca Nannipieri ha presentato il suo nuovo lavoro su Keith Haring lunedì 10 dicembre a Radio Coltano Marconi nel corso di RCM Notizie in onda alle ore 18 dal lunedì al venerdì.

Venerdi 14 dicembre Nannipieri presenterà il suo nuovo lavoro su Keith Haring in uno “Speciale Keith Haring” organizzato da Casa Nannipieri Arte, diretta dal critico d’arte Luca Nannipieri e da Patrizia Ennas, presso la Gipsoteca civica di Cascina.

Il critico d’arte anticipa quello che sarà l’evento di venerdì a Radio Coltano Marconi: “Ci saranno proiezioni mostre e conferenza sul genio artistico newyorkese di Keith Haring, morto di AIDS a poco più di trent’anni, ma capace in un decennio di rivoluzionare il mondo dell’arte, a partire dal suo ultimo capolavoro “Tuttomondo” realizzato proprio a Pisa. Faremo vedere foto ma soprattutto oggetti rinvenuti sul posto del suo ultimo lavoro a Pisa come una giacchetta che per il momento non ha visto nessuno. Chi gli dedicò lo spazio per il murales “Tuttomondo” fece una bella cosa. L’arte di Haring merita rispetto e non è da periferia come dice l’amico Vittorio Sgarbi che è rimasto un attimo indietro con le sue idee. L’arte contemporanea va premiata. Haring è stato un grande artista e gli va reso il giusto merito”.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Comune di Cascina, Caparolcenter, La Città del Teatro e della Cultura – Fondazione Sipario Toscana, Slow Food Valdera e Pasta & Vino Osteria, con l’introduzione dell’assessore alla cultura Leonardo Cosentini, con il supporto del collezionista Federico Fedeli e si svolge con un doppio evento.

Alle ore 17 presso la Gipsoteca civica (Viale Comaschi 67, ingresso libero) e, su prenotazione, alle ore 20, presso Pasta & Vino Osteria dello chef Virgilio Casentini e Lucia Landi, i quali offriranno a fine conferenza un finger food ai presenti.
Keith Haring (che a Pisa, con l’assistenza tecnica di Caparol, realizza uno dei suoi ultimi lavori), amato e falsificato già in vita come pochi altri artisti del secondo Novecento, ha compiuto opere, murales e progetti in vari paesi del mondo, tra cui Stati Uniti, Australia, Spagna, Olanda, Inghilterra, Francia, Germania, Sud America.

Educato all’arte dall’esempio dei cartoni animati e di Andy Warhol, Keith Haring ha, come breve compagno di viaggio nella scena newyorkese, un altro grande artista della seconda parte del Novecento, Jean-Michel Basquiat, morto anch’egli giovanissimo per motivi di droga.

Lo “Speciale Keith Haring” è anche l’occasione per far conoscere la nuova collana di Classici di Casa Nannipieri Arte, le cui prime uscite sono Keith Haring, Pablo Picasso e Banksy.

By