Fabrizio Lucchesi sulla società: “La Carrara Holding porterà avanti il Pisa. I problemi tra soci rimarranno ma al di fuori della società. Stiamo lavorando per fare un accordo con la Nike”

PISA – Dopo la presentazione del nuovo acquisto Stefano Avogadri, il presidente Fabrizio Lucchesi ha parlato delle dinamiche societarie.

di Antonio Tognoli e Sabrina Patti

Il presidente nerazzurro esordisce: “Martedi sapremo chi è il nuovo presidente, che entrerà al 50 per cento e sarà un socio forte. Alcune persone entreranno come soci, ma  non saranno finanziatori. Chi entra come socio non porterà soldi. È stata convocata un altra assemblea il giorno 18 gennaio. I soldi che serviranno per la stagione in corso ci sono e se vi ricordate bene un mesetto fa durante la conferenza stampa vi dissi che ero preoccupato del fatto che se i soldi che sarebbero serviti per ricapitalizzare non avremo potuto garantire un mercato come avremo voluto. Invece grazie a Dio ad oggi ci siamo potuti permettere di poter prendere tre giocatori importanti”

Lucchesi poi precisa: “Che Battini ieri ci fosse o no non cambiava niente, perché la Carrara Holding ha garantito per dare un futuro economico al Pisa. Carlo Battini al momento non ha dichiarato se vuole o no rimanere nel Pisa. Se vorrà partecipare alla vista societaria lo potrà fare, lui è un socio di minoranza, che in futuro potrà dire la sua. La sua assenza non compromette il futuro di Battini che se vorrà potrà anche investire nella società. Io non mi sento di fare di Battini un martire perché nel Pisa ha investito molto”.

Il presidente nerazzurro spiega i prossimi passi societari: “Il giorno 18 gennaio si insedierà il nuovo Cda e lo faremo in una location particolare. Io mi dimetterò da presidente e ci sarà il nuovo Cda composto da quattro o sei persone, vedremo. Il nuovo Cda determinerà più stabilità, la Holding oggi è sana, i problemi tra i soci rimarranno, ma saranno fuori dalla società che si sta sviluppando. Da oggi io ho esaurito il mio mandato, da ora in poi mi occuperò della parte tecnico-sportiva. Qualche errore l’ho commesso sicuramente quando si sono alzati i toni, ma oggi il Pisa è nelle mani di un soggetto che ne soddisferà il fabbisogno. In termini sportivi credo che abbiamo ottenuto il massimo, per il futuro dobbiamo cercare di far bene. Abbiamo accorciato i tempi e gli obiettivi. Abbiamo accelerato in due anni gli obiettivi previsti per tre. Andare in B è il nostro obiettivo, ma se non ce la faremo non sarà un dramma perché qui c’è un progetto serio con delle persone serie e un grande allenatore che sta lavorando bene ed è un punto di riferimento importante per il gruppo che c’è ed è unito. Abbiamo accelerato i progetti perché abbiamo capito che ce la possiamo fare”.

Lucchesi parla di Eusepi: “È un giocatore che ci piace e che tutte le squadre vorrebbero, ma al momento non ho benzina per poterlo prendere ed è fuori dalle nostre possibilità finanziarie”.

La società secondo i dati Covisoc chiude con il segno più alla fine di Ottobre. Lucchesi dice: “Voglio ringraziare i tifosi, le aziende che hanno creduto in noi e i soci che non potendo mettere il capitale, hanno dato soldi sotto forma di sponsorizzazione. Al momento secondo i dati Covisoc siamo in attivo e chiudiamo a fine ottobre con il segno più e questo per me è motivo di orgoglio.

Il presidente nerazzurro parla di un importante progetto di sponsorizzazione: “Per il futuro stiamo studiando un progetto importante con la Nike. Conto di incontrarmi con Nike domani o domani l’altro, se avevo avuto un po più di tempo c’ero già riuscito. Se non sarà per questa stagione sarà per l’anno prossimo e questo per me è un motivo di orgoglio e cercherò di lavorare per raggiungere questo obiettivo”.

By