Luna 50. “Notturno” con musiche di Mozart, Beethoven e i romantici Chopin e Liszt alle Officine Garibaldi

PISA – La luna come musa ispiratrice per artisti, poeti, letterati e anche musicisti.

Venerdì 12 luglio Pisa il concertoLuna e Notturno nell’800 pianistico” (Officine Garibaldi, ore 21.15, ingresso libero), uno straordinario viaggio nella musica realizzata da grandi compositori, dai classici Mozart e Beethoven ai romantici Chopin e Liszt fino al moderno Debussy, che si sono lasciati ispirare dalla luna. La serata è nell’ambito del festival “Luna50”, organizzato dal Comune di Pisa insieme all’Università per celebrare i 50 anni dall’allunaggio che prosegue fino al prossimo 20 luglio.

Al pianoforte il maestro Maurizio Moretta che eseguirà musiche di Mozart (“Fantasia in Re minore, K397), la Sonata “Al chiaro di luna” di Ludwig van Beethoven, i “Notturni” (in Do minore e Op. 9 n. 2 e Op. 27 n. 2) e il “Valzer Op. 69 n. 2 e Op. 64 n. 1” di  Frédéric Chopin, il “Notturno n. 2 – Sogno d’Amore” di Franz Liszt, l’“Arabesque n. 1” di Claude Debussy. Il concerto, a cura della associazione Fanny Mendelssohn, sarà introdotto da Sergio Giudici, docente dell’Università di Pisa.

Maurizio Moretta, ha una brillante carriera concertistica, si è esibito in tutta Italia e all’estero, per associazioni concertistiche prestigiose ed in numerosi teatri. Come solista ha collaborato con prestigiose orchestre, quali Wiener Mozart Orchester (Vienna), North Czech Philarmonic e Karlovy Vary Symphony Orchestra (Praga), Istanbul State Symphony Orchestra, Orchestra Sinfonica di Stato del Messico, I Cameristi del Verbano, Orchestra Sinfonica Tchaikovsky (Mosca), Orchestra Sinfonica di Grosseto, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, Orchestra ICO della Magna Grecia.

«Siamo molto soddisfatti di partecipare a questa rassegna – dichiara il direttore artistico dell’associazione Fanny Mendelssohn, Sandra Landini – perché in un programma articolato è stato inserito il repertorio della musica classica che si rivolge ad un preciso pubblico. Voglio ringraziare il Comune di Pisa, in particolare l’assessore Paolo Pesciatini che ha fortemente voluto questa serata e il professor Giudici che introdurrà la serata che prevede il repertorio di grandi compositori che si sono ispirati alla luna».

Loading Facebook Comments ...
By