Il Lungomonte rivuole la Sua Sinistra

PISA – La sinistra del lungomonte, rimasta orfana del partito di riferimento alla precedente tornata elettorale, vuole rimettersi nuovamente in cammino O per dare rappresentatività politica alla azione amministrativa che sta svolgendo nel nostro territorio con la presenza di amministratori e consiglieri comunali con varie deleghe.

La nostra presenza nelle istituzioni, l’assumersi le responsabilità ogni giorno per dare risposte, a tutti quei cittadini, in particolare i più deboli, denota la volontà r la scelta che per noi la politica è servizio impegno, per noi di sinistra è assunzione di responsabilità in favore delle fasce sociali più deboli.

Nonostante i cambiamenti avvenuti non ci siamo mai tirati indietro ed abbiamo, nelle varie forme continuato ad essere sempre presenti nel territorio, non solo nelle istituzioni. Da tempo abbiamo preso atto della sconfitta politica e culturale della sinistra, della fine di questa spinta propulsiva che le generazioni precedenti hanno dato alla società per l’emancipazione di tante donne e uomini.

In questi decenni la parte più sana ma anche più debole della nostra società è stata di nuovo spinta ai margini della società, ed infatti ciò che prevale è una società senza diritti dei molti e più povera ed indifesae impaurita proprio perché è venuta meno la rappresentatività politica delle fasce sociali popolari.

Non possiamo essere solo consapevoli di questa situazione e limitarci alla denuncia, vogliamo provare ancora una volta ad impegnarci in questa battaglia politica per ricominciare da dove ci siamo persi. Vogliamo anche uscire dalla logica del tutti contro tutti, e dare colpa è sempre di altri, no non c’è nessuno immune da responsabilità. Noi vogliamo privilegiare i contenuti alle formule.

Ci impegniamo in questa campagna elettorale per raggiungere un risultato che ci permetta poi di costituire un partito che sia la sintesi dei vari interessi e bisogni della società,
vogliamo cercare di farlo tutti insieme, e nel progetto che è stato presentato da Liberi e Uguali, ci sono i contenuti per provare a ripartire, non possiamo e non vogliamo perdere questa occasione per portare il nostro contributo, la nostra formazione e la nostra coscienza ci impediscono di criticare gli altri senza fare nulla non faremo iniziative contro qualcuno, ma discuteremo di contenuti per ricreare un minimo di fiducia in chi oggi ha smesso di averla e non partecipa più o da voti solo di protesta.

L’assenza di una sinistra nella società ha lasciato un vuoto importante che vine ricoperto con il populismo senza popolo, , con forme di fascismo che ci riportano ad un passato che credevamo stesse per sempre alle nostre spalle.

Questo è il senso della iniziativa di lunedì 15 gennaio alle ore 21 che faremo al circolo Arci di CALCI con Paolo Fontanelli, Arturo Scotto, amministratori e cittadini del lungomonte.

Insieme a per riprenderci il nostro futuro, ci sono persone che hanno deciso di rimettersi in gioco per cambiare e noi ci saremo.

Fonte: Sinistra Lungomonte

By