L’Univesità: “I corsi Erasmus non finiranno”

PISA – Il “Progetto Erasmus” non finirà, anzi continuerà a crescere. L’Università di Pisa replica al blitz degli studenti, che ieri hanno occupato simbolicamente l’ufficio relazioni internazionali dell’ateneo per protestare contro il rischio di tagli al progetto.

“Il programma – afferma Ann Katherine Isaacs, ambasciatrice Erasmus 2012 per l’Italia – è un’opportunità unica per acquisire competenze accademiche e linguistiche e per la crescita personale. L’Erasmus non è in pericolo, anzi è pronto per crescere ancora”. Isaacs spiega anche le notizie diffuse nei giorni scorsi dalla stampa sono state “allarmistiche” e inesatte perché “la questione davanti al Parlamento Europeo, che voterà il 6 novembre, riguarda una richiesta finanziaria aumentata in misura rilevante della Commissione Europea per un nuovo ‘Erasmus per tutti’, che espanderebbe lo scopo del programma esistente, che è limitato alle università, per includervi tutta la mobilità per studio e formazione finanziata dalla Commissione Europea, dalla scuola alla terza età in tutto il mondo”. Infine, Isaacs sottolinea che “il voto del 6 novembre ci dirà quanto l’Erasmus crescerà e si espanderà nei prossimi anni”.

You may also like

By