L’Usb Vigili del Fuoco scrivono al Prefetto per la carenza di organico

PISAUSB VVF Pisa ha scritto al Prefetto di Pisa per sollecitare il Governo e il Parlamento a porre l’attenzione ai Vigili del Fuoco sempre più con gravi carenze di organico.

L’onorevole Fiano, con cui abbiamo intrapreso un percorso fattivo per poter arrivare al potenziamento degli organici dei VVF attraverso la stabilizzazione dei cosiddetti Discontinui, ovvero Vigili precari che venivano assunti per 14 giorni ed andavano ad integrare le squadre ordinarie VVF composte da 5 unità, ha proposto una “risoluzione” in tal senso che risulta ferma nel suo iter. Con il progetto di riordino effettuato dall’On. Bocci con delega ai Vigili del Fuoco, si è avuta una ricaduta determinante sulle classificazioni dei Comandi e dei loro distaccamenti, purtroppo non si riesce a garantire un organico soddisfacente alle reali necessità nell’espletamento dei compiti istituzionali del Corpo, difficoltà sugli addestramenti, fruizione ferie, riducendo di fatto la classificazione del Comando Provinciale di Pisa e dei suoi Distaccamenti provinciali. Per riuscire ad avere un organico che risponda al meglio alle esigenze dei cittadini, serve riclassificare l’organico dell’intero Comando, anche perché il dato che va preso in considerazione è il numero di abitanti ed il rapporto che deve esserci con i Vigili del Fuoco. Si è passati da un progetto di Italia in 20 minuti (tempo ritenuto congruo per raggiungere un intervento) ad un progetto di riordino a ribasso, a tal punto da non riuscire a tutelare in maniera ottimale le esigenze dei territori; al momento il rapporto è di 1 VF per ogni 15.000 abitanti e capite bene che è un paradosso poter garantire un soccorso efficiente ed efficace da soddisfare le numerose esigenze dei cittadini. A Pisa e provincia ogni giorno sono presenti solo 5 squadre per tutta la provincia, solo 2 squadre, quando tutto va bene, nella sede di via Matteotti, la terza eventuale chiamata di soccorso resta in attesa. Due squadre che coprono non solo la città di Pisa ma anche il territorio a nord e a sud con i comuni di San Giuliano Terme, Vecchiano, Calci, Fauglia, Orciano e Santa Luce; oltre ad una parte del comune di Cascina (fino a Navacchio) per un totale di 526 Km2 e una popolazione di oltre 170.000 abitanti. Non va meglio alle altre 3 squadre presenti ogni giorno in provincia che coprono il territorio a Cascina, Castelfranco e Saline di Volterra per una superficie totale di 1918 Km2 e un totale di 251.000 abitanti. Nel corso del 2015 il comando di Pisa ha effettuato 6453 interventi, numerose emergenze territoriali legate al maltempo, ci ricordiamo tutti gli allagamenti del 24 Agosto, oltre a numerose micro-calamità legate a vento e fattori meteo. 5 squadre di vigili del fuoco in servizio in questo momento coprono quindi una popolazione di 421.000 abitanti, con un rapporto VVF/abitanti di 1 vigile ogni 16840 abitanti contro una media europea di 1/1000, con 6 aziende a Rischio Rilevante D.Lgs. 334/99 e 1 azienda soggetta “normativa Seveso” in provincia. Per queste ragioni facciamo appello a tutte le istituzioni per poter incrementare gli organici e le risorse per poter rispondere alla salvaguardia della popolazione della provincia di Pisa!

By