M5S: “Autobus aeroporto/Enac Autogol amministrazione pisana”

PISA – Ennesimo autogol dell’amministrazione pisana che in questi giorni aveva inteso vietare la sosta nel piazzale antistante l’Aeroporto pisano, dei bus turistici destinati a fare la spola Pisa/Firenze, con tanto di spiegamento di uomini e mezzi della Polizia Municipale dislocati in pianta stabile nella rotonda all’uscita della Fi/Pi/Li.

“Questo scontro istituzionale sostengono i pentastellati Gabriele Amore– candidato al Comune di Pisa e Giannarelli Giacomo

tra Enac e Comune si gioca sulle spalle dei lavoratori aereoportuali e di chi vive di turismo, fermatevi, abbiate senso di responsabilità.”

Risultano profetiche a rileggere oggi le dichiarazioni fatte di recente dai due referenti del Movimento Cinque Stelle dinanzi al desolato parcheggio “Goletta Pisa Mover”, dove si erano dati appuntamento con i lavoratori dell’aeroporto pisano per constatare di persona l’enorme sperpero di denaro che rappresentano la realizzazione del Pisa Muover e dei parcheggi scambiatori.

Conferma ulteriore e riprova, se ancora ce ne fosse stato bisogno, che le scelte del PD pisano siano dettate da interessi e logiche di partito, in questo caso per far riempire in qualche modo i suddetti parcheggi e trovare il modo di giustificare e sanare l’ennesima realizzazione di cattedrali nel deserto.

La sentenza Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), ribalta clamorosamente la scelta del comune, (ordinanza 244/2018) disponendo il libero accesso dei mezzi (Autobus Turistici) allo scalo, quindi di fatto supera e smentisce quanto disposto dall’amministrazione pisana, disposizione ritenuta necessaria “al fine di assicurare la piena operatività, efficacia e regolarità dei servizi pubblici aeroportuali.”

L’unica nota positiva è che grazie all’intervento di Enac, l’ingente dispiego di forze municipali utilizzate a presidio del blocco dei Bus Turistici potranno essere impiegate in quella che deve essere il loro naturale utilizzo, nelle strade della città, il controllo della sicurezza dei cittadini e tutela di chi vi abita, il rispetto delle regole e del degrado urbano

.Un ultimo appello, considerato che si parla di aeroporto, ma non meno significativo dei due pentastellati è rivolto nella necessità urgente di dare una risposta concreta alle centinaia di lavoratori e famiglie che in questi giorni soffrono di una condizione di incertezza lavorativa, sentendo calpestate le proprie professionalità ma soprattutto la dignità di chi nel lavoro ripone tutto. Un appello rivolto a tutti i livelli istituzionali, politici ed alla società di gestione, chiedendo agli uni di superare i tempi e le lungaggini burocratiche, le diversità e le ideologie di partito ed infine le logiche di profitto, là dove anche Pisa e Firenze divise dai campanilismi si uniscono difronte alla necessità di dare una risposta coesa e nella certezza che insieme i siamo piu forti

By