M5S San Giuliano Terme: “I presunti compagni”

SAN GIULIANO TERME – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Giuseppe Strignano Portavoce e Candidato a Sindaco del Movimento a 5 Stelle di San Giuliano Terme.

Abbiamo letto e visto come la presunta discontinuità oggi faccia proclami, spot e reciti ad unisono le parole “bilancio in ordine”. Bene! Noi del Movimento 5 Stelle per San giuliano Terme “abbiamo studiato” l ‘operazione sul bilancio, non è altro che un trucco contabile! Il maquillage dei bravi amministratori con l’ausilio dei loro consulenti (strapagati) non è riuscito molto bene! Noi vorremmo che i cittadini del nostro comune sapessero che ognuno di noi (ad oggi ) ha 1070,00 Euro di debito pro-capite. Vogliamo che si sappia che la pressione fiscale dal 100% del 2011 e’ passata nel 2013 al 157%. Vorremmo dire e parlare alle famiglie raccontando la verita’ sulla mala amministrazione PD. Nel 2011 la pressione fiscale a nucleo familiare era 1334,73 euro, nel 2013 è passata a 2105,61 euro!! MA DI COSA PARLANO!! Noi cittadini abbiamo dalla nostra parte l’innegabile verità sui conti e del malessere sociale, abbiamo la certezza che il cambiamento e la vera “discontinuita’” siamo noi! Si noti come in Valdera si ricorra ai “rinforzini” istituzionali (Bersani adulatore del governo Monti), a San Giuliano (Rossi). Fa discutere la notizia dell’aumento della tassa regionale per il diritto allo studio che passerà, dal prossimo anno accademico, da 98 a 140 euro sulla base all’obbligato adeguamento delle regioni al decreto ministeriale 68/2012. Governatorone che aumenta bolli auto, irpef e da il via libera alla vendita di SAT a Corporation America a cui seguirà il ridimensionamento del Galilei a favore di Peretola dell’amico Renzi! Sig. Rossi racconti questo ai Bagnaioli invece di fare il salvagente del suo PD allo sfascio!. Si leggano i lor signori autoreferenziati, “presunti compagni”, il resonconto di bilancio della Corte dei Conti, poi a seguire lo raccontino pubblicamente ai cittadini. Se “loro” non ne avranno il coraggio lo faremo noi in piazza, ai banchetti, sui giornali e tv. Un cittadino informato è un cittadino pericoloso… per i partiti.

20140507-192435.jpg

By