Con la Maceratese una grande vittoria, ma i veri vincitori sono stati i diecimila dell’Arena

PISA – E così il nostro Pisa è riuscito a superare il primo ostacolo, in chiave playoff, contro la Maceratese, che si è dimostrata una signora squadra, ma oltre ai protagonisti in campo, i veri vincitori di questa giornata sono stati i tifosi, oltre 10.000 con circa 600 tifosi marchigiani al seguito della squadra di mister Bucchi.

di Maurizio Ficeli

Un tifo assordante, corretto e molto coreografico, dove, alla curva Nord, stupenda e piena di vessilli e bandiere, con i suoi cori incessanti ha fatto eco una gradinata altrettanto colorata ed entusiasta, anche se vi è da dire che tutto lo stadio è stato partecipe ed ha accompagnato con grandi boati di esultanza le tre reti che hanno dato il successo al team di mister Rino Gattuso. “Un tifo coeso” così lo ha definito il difensore Andrea Lisuzzo “che solo a Pisa si vede. Forse solo a Napoli si riesce a respirare questo clima in partite importanti come quella di oggi (ieri ndr).

Vi è poi da sottolineare l’accoglienza calorosa che è stata riservata alla squadra da parte degli Ultras, ma non solo, al momento del suo arrivo con il pullman all’Arena “Anconetani intorno alle ore 14.15”: cori da brividi che dimostrano ancora una volta l’attaccamento di una città come Pisa, che merita altre categorie e non certo la terza serie.

Con la vittoria contro gli uomini di Mister Bucchi il Pisa ha fatto un bel passo in avanti. IL tempo di festeggiare però scadrà già domani quando i nerazzurri torneranno in campo per la ripresa degli allenamenti per preparare la sfida contro il Pordenone degli ex Mandorlini e Strizzolo, che ieri sono stati i migliori in campo nella sfida contro la Casertana. fatto un bel passo in tal senso è dobbiamo continuare. L’imperativo naturalmente è quello di vincere e di conquistare un posto nel calcio che conta che Pisa città e tutti i tifosi nerazzurri meritano per il loro attaccamento alla squadra. Forza Pisa, forza ragazzi, lottate dal Ultras. Siamo con voi!

By