Madre uccisa a Ghezzano dal figlio: l’Asl si interroga sul corretto funzionamento delle procedure

PISA – In relazione al tragico evento di martedì a Ghezzano da parte di un paziente psichiatrico in carico dal 2004 presso la salute mentale adulti della zona pisana l’Azienda Usl 5 comunica che è stato attivato il percorso previsto per la gestione degli eventi sentinella.

Si e’ tenuto in data odierna un incontro al quale hanno partecipato la direzione sanitaria, il responsabile aziendale del rischio clinico, il referente della Regione Toscana per la gestione del rischio clinico, il responsabile della salute mentale zona pisana Paolo Marinari e tutto il personale medico e infermieristico del centro di salute mentale di via Romiti a Pisa, al fine di approfondire il tema della gestione a domicilio dei pazienti affetti da grave patologia psichiatrica ed individuare specifici qualificatori di aggressività. Del caso in questione è stata analizzata ed approfondita la relazione con il servizio di salute mentale, ricostruendo il percorso assistenziale e terapeutico- riabilitativo dall’inizio della presa in carico fino ai giorni nostri, in particolare riflettendo sulle dinamiche disfunzionali intrafamiliari e sulla gravità della patologia psichiatrica di cui è affetto il paziente. Si è concluso che nello specifico caso sono state attuate correttamente le procedure previste nella gestione dei casi complessi, ciò nonostante non è stato possibile prevenire il tragico gesto.

pisa_ospedale_cisanello0112

You may also like

By