Maltempo e black-out elettrici colpiscono la zona del Lungomonte pisano. Interventi anche in città

PISA – E’ stata quella odierna una giornata caratterizzata dal maltempo in tutta la Regione, che nella nostra Provincia a colpito in special modo San Giuliano Terme e le zone del Lungomonte.

A Madonna dell’Acqua già dalla serata di ieri come documentato dal nostro foto servizio la situazione era molto critica in special modo per le persone che vivono al di là della ferrovia sull’Aurelia, che ad un certo punto della giornata e’ stata chiusa.

Molte persone uscite per trascorrere un sabato sera con gli amici si sono ritrovati fuori casa o ancora peggio hanno dovuto arrangiarsi in albergo perché i due sottopassi in località Voltino e quello vicino al campo sportivo di Madonna dell’Acqua erano entrambi allagati. La Protezione Civile, chiamata dagli abitanti era nel frattempo era impegnata sul Litorale Pisano dove la pioggia era scesa in grande quantità. Questa mattina la situazione non era migliorata e nel pomeriggio – come comunicatoci dall’Enel in una nota in cui la società si scusa per il disagio – il terreno adiacente alla sponda del fiume Serchio ha ceduto e un sostegno della linea di media tensione è caduto, causando un disservizio elettrico per i Clienti alimentati dalla linea. I tecnici Enel e l’impresa specializzata sono immediatamente intervenuti per rimuovere il sostegno e per cominciare le azioni di ripristino del terreno e di sostituzione del palo. La situazione però anche al momento rimane critica perché i due sottopassi non sono stati Anita liberati ed è difficile operare perché sono privi di pompe.

Ma durante la giornata di oggi ci sono state nel comune di San Giuliano molte case allagate a Vecchiano, ad Arena Metato a Filettole ed un po’ in tutta la zona del Lungomonte pisano.

DUE GIORNI DI MALTEMPO. In due giorni a Pisa città sono caduti 95 mm, a Boccadarno 148 mm. Alle 7 di mattina di sabato, quando i livelli dei fossi si sono alzati sopra la soglia di allerta, la Protezione Civile ha subito attivato il piano anti allagamento azionando la pompa idrovora fissa di via Pietrasantina e le pompe idrovore delle postazioni mobili in via Rindi e le due pompe in via Lucchese. La situazione con gli interventi tra sabato e domenica e Il controllo del livello dei fossi ha permesso di tenere la situazione sotto controllo e di garantire la viabilità generale. Non sono mancati interventi per situazioni circoscritte, soprattutto durante gli acquazzoni, come sabato sera quando tra le 21 e le 23 la Polizia Municipale ha chiuso per sicurezza per due ore il sottopasso di via Conte Fazio. Interventi in aree circoscritte di via Rindi, via Piave, via Sante Tani, via Sant’Agostino all’incrocio con il passaggio a livello, sulla litoranea, via delle Ginestre.

Situazioni risolte poco dopo grazie anche al deflusso delle acque, garantito appunto dal lavoro delle pompe idrovore attivate dalla Protezione Civile che abbassano il livello dei fossi e permettono al sistema di ricevere l’acqua. In via Livornese a La Vettola intervento di Fiumi e Fossi per togliere un’ostruzione in un canale tombato causata probabilmente da un’immissione non autorizzata. Intervento importante quello effettuato in un tratto di via Andrea Pisano dove è stata riscontrata la situazione più difficile con 20cm d’acqua.

LE FOTO DEGLI ALLAGAMENTI DI LUCA GUIDUCCI

20140119-214556.jpg

20140119-214608.jpg

20140119-214617.jpg

20140119-214627.jpg

20140119-214641.jpg

20140119-214656.jpg

You may also like

By