Sui Lungarni a Pisa situazione ancora critica. Foto e video

PISA – Confermato lo stato di allerta proseguono le operazioni di montaggio delle paratie sui lungarni con cinque squadre vvf che stanno collaborando insieme all’esercito.

GUARDA LE FOTO

Indice Idrografico del Ponte della Fortezza alle ore 13
La riunione svoltasi in Prefettura

Nella notte fra sabato 16 e domenica 17 sono stati effettuati interventi che hanno riguardato principalmente il forte vento che si è abbattuto sulla provincia di Pisa, per la rimozione di alberi e rami pericolanti.

Nella prima mattinata di domenica c’è stata una esondazione del fiume Cecina nella zona di Ponteginori che non ha interessato le abitazioni vicine. Il Cecina alle 12.20 era tornato sotto controllo nella zona di Ponteginori.

Nelle prime ore di domenica sono iniziate a Pisa le operazioni di montaggio delle paratie sui lungarni effettuate da personale dell’Esercito con il supporto di volontari e di una squadra di Vigili del Fuoco esperto in tecniche speleo alpinistico fluviale come comunicato dalla Prefettura con un comunucato: “

La situazione Arno a Pisa alle ore 12.40 di domenica 17 novembre (Foto Alessandro Ficeli)

“Nella serata di sabato – si legge nella nota della Prefettura – alle ore 18 a seguito dell’allerta di criticità regionale, il Prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo, ha convocato in Prefettura una riunione con i responsabili delle varie componenti di protezione civile (comune capoluogo, Provincia, Vigili del Fuoco, Genio civile, Consorzio di bonifica, Forze dell’ordine e militari) per monitorare la situazione del livello del fiume Arno e del relativo reticolo.

La piena vista da altra angolazione (Foto Alessandro Ficeli)

Il Prefetto ha, quindi, provveduto a costituire in Prefettura il CCS (Centro coordinamento soccorsi), per garantire l’allertamento di tutte le strutture e organi competenti, ed attivato la richiesta al COMFOP Nord dell’Esercito di disponibilità delle Forze armate per l’eventuale messa in posa delle paratie mobili sui lungarni del Comune di Pisa (cd. panconcelli).

La situazione da Palazzo Gambacorti (Foto Alessandro Ficeli)
L’Esercito al lavoro sui Lungarni a Pisa (Foto Alessandro Ficeli)

La riunione è stata aggiornata alle ore 6 di stamane, quando, su indicazione del Genio civile, è stato deciso di avviare, in via precauzionale, il montaggio dei panconcelli, grazie al concorso di circa 150 militari della Folgore e di alcune squadre dei Vigili del Fuoco. Ulteriori misure riguardano le chiusure dei varchi in prossimità dell’Arno nei comuni a monte e il preavviso, a partire dalle 10 di possibile apertura dello scolmatore d’Arno. L’opera di messa in sicurezza proseguirà nel corso della giornata, accompagnata da un costante monitoraggio, in sede CCS e Sala operativa di protezione civile, delle previsioni meteo e della situazione di piena”.

I mezzi dell’esercito sono al lavoro per il ritiro dei materiali allocati nei tre magazzini idraulici, tutti dislocati nelle vicinanze dei lungarni (discesa Sorta, lungarno Guadalongo, Piazza San Paolo a Ripa d’Arno).

Per permettere le operazioni di montaggio dalle 7.30 sono state chiuse al traffico veicolare tutte le strade nell’anello dei lungarni compreso fra il ponte Solferino e il ponte della Cittadella.

La situazione del fiume è costantemente monitorata dalle autorità competenti e non è esclusa l’attivazione dello scolmatore nel corso della giornata. Nella giornata di domani probabile chiusura delle scuole di ogni ordine e grado che verrà ufficializzata poco dopo le 14.

By