Maltempo, la pioggia da un po’ di tregua. Il punto della situazione in Provincia

PISA La Giunta regionale della Toscana chiederà lo Stato di emergenza per le zone colpite dall’alluvione per dare un sostegno immediato alle popolazioni colpite e che prevede un finanziamento fino ad un massimo di 5 mila euro per le famiglie con reddito Isee fino a 36 mila euro.

Intanto le ruspe arriveranno già questo pomeriggio a Roffia, per ripristinare gli argini e completare le casse di espansione.

A ROFFIA SI TORNA A CASA. Via libera per il rientro a casa per gli oltre mille evacuati a La Roffia,nel comune di San Miniato, che in via cautelativa aveva dovuto lasciare le loro abitazione per un rischio di esondazione del fiume Arno, e a Ponsacco, dove ieri è esondato il torrente Era. E’ quanto si apprende dopo la riunione in prefettura del Centro di coordinamento dei soccorsi che segue ininterrottamente la gestione della crisi da oltre 24 ore. A San Miniato invece i lavori dovrebbero iniziare in serata per concludersi entro un mese. A Roffia si segnalano tra l’altro i danni per l’associazione di canottaggio con la sede e le attrezzature che hanno subito danni per 100.000 euro.

31 FAMIGLIE FUORI CASA: 19 a PECCIOLI, 12 a VOLTERRA. L’emergenza, secondo quanto emerso, è rientrata in tutti i comuni della provincia di Pisa. Rimangono comunque ancora fuori casa 31 famiglie, si spiega dalla Regione: 19 a Peccioli per il crollo della cantina di un edificio, e 12 a Volterra, dopo il crollo di un tratto delle mura medievali. I danni, è stato spiegato al termine dell’incontro in prefettura, ”sono stati ingenti agli argini dei fiumi, all’agricoltura, alle attrezzature, alle case e agli arredi”. Ora è necessario concentrarsi sulla fase di riparazione e consolidamento delle arginature dei corsi d’acqua.

PONSACCO, LAVORI SULL’ERA. A Ponsacco, dove è esondato l’Era, i lavori per chiudere la falla di circa 20 metri che si è aperta lungo l’argine del torrente sono iniziati ieri e si prevede che saranno ultimati entro una settimana. Il centro di coordinamento soccorsi attivato in prefettura prosegue la sua attività con periodici briefing. Stamani alle 4, per valutare eventuali necessità di interventi, è stato fatto un punto di situazione telefonico sulle condizioni dei fiumi e del territorio Non sono emerse nuove emergenze e alle 13 si è svolta un’ulteriore riunione per un esame conclusivo delle criticità anche alla luce dei sopralluoghi effettuati stamani nelle zone alluvionate insieme al ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Maria Chiara Carrozza, con i vertici regionali e provinciali. Alle 12.50 la Sala operativa unificata della Protezione civile regionale (Soup) ha emesso un report di aggiornamento in seguito al maltempo che ieri ha colpito la Toscana.

Ecco provincia per provincia la situazione aggiornata. Provincia di Pisa Comune di San Miniato: ordinanza per rientro nelle abitazioni per i 1200 evacuati della Località Roffia. Chiuso l’accesso al lago di Roffia. Viabilità con criticità per alcune strade minori a sud del Comune. Quindici volontari della protezione civile sono attualmente impegnati in assistenza alle abitazioni private. Comune di Ponsacco: Chiusa la strada di accesso al ponte sull’Era. Le famiglie evacuate stanno rientrando nelle loro abitazioni. Sono in fase di ripristino i servizi essenziali (acqua, luce, gas). I volontari attualmente impiegati circa 100. Comune di Peccioli: diciannove famiglie evacuate per il crollo della cantina di un edificio. Comune di Fauglia: situazione rientrata nella normalità. Comune di Volterra: la frana delle mura medievali si presenta con un fronte di circa 40 metri; 12 famiglie sono state evcuate. Per arrivare a Roncolla l’unico accesso percorribile è la strada provinciale. Volterrana chiusa per frane in corso. In Alta Valdicecina strade aperte, fiume Cecina rientrato, situazione in fase di normalità. Fiume Arno: rimane una portata residua di circa 200 mc/sec che va in calo, le paratoie dello scolmatore sono aperte previsione di chiusura fine mattinata.

20140201-162017.jpg

You may also like

By