Maltempo, possibili innalzamenti dei fiumi. Esonda il fiume Era a Ponsacco. In serata tendenza a generale esaurimento dei fenomeni

PISA – Nelle ultime tre ore si sono registrate piogge su tutta la regione, con cumulati medi intorno ai 5-10 mm e punte fino a 15 mm in Maremma e sulle Apuane.

Sull’Arno la piena sta transitando nel tratto a valle di Pisa dove il livello si è stabilizzato intorno alla prima soglia di riferimento. Si registrano innalzamenti sul Merse e Bruna con livelli ancora molto al di sotto del primo riferimento. Tutti gli altri livelli idrometrici risultano al momento in diminuzione o in quiete al di sotto del primo livello di riferimento.

Nella notte tra venerdì 2 e sabato 3 marzo, a causa delle piogge è esondato il fiume Era nel territorio di Ponsacco. Per motivi di sicurezza è stata chiusa al traffico via Maremmana.

Nel pomeriggio le piogge si concentreranno principalmente sulle zone interne e sulle zone di nord-ovest, attenuandosi sulla costa.

In serata residue precipitazioni sulle zone interne orientali in un contesto di generale attenuazione-cessazione dei fenomeni. Sulla base delle ultime corse dei modelli si stimano per le prossime 6 ore (dalle 13 alle 18) cumulati medi intorno ai 10-20 mm, con massimi puntuali fino a 30-40 mm, in particolare sui rilievi.

Dalle 18 alle 24 residue precipitazioni sulle zone orientali (aretino) con cumulati medi intorno a 5-10 mm e massimi fino a 10-15 mm. Nel pomeriggio temperature in calo in Appennino con possibilità di nevicate oltre i 500-800 metri (fino a 300-400 metri sull’alto Mugello).

Vento a tratti forte di Maestrale nel pomeriggio sulla costa centro meridionale e nelle zone interne (senese-grossetano).

Si segnala che nelle prossime ore, sulla base delle previsioni di nuove precipitazioni diffuse, si registreranno nuovi innalzamenti, che potranno essere anche consistenti, nei fiumi già interessati dalle piene di oggi a partire dai bacini costieri di piccole dimensioni. Successivamente si registreranno generali innalzamenti idrometrici in maniera diffusa causati dal nuovo passaggio precipitativo che coinvolgerà gradualmente tutta la regione.

In serata tendenza a generale esaurimento dei fenomeni. Durante la notte e le prime ore di domani, domenica, locale formazione di ghiaccio sulle zone settentrionali, in particolare le aree appenniniche.

By