Maltrattamenti all’Asilo del Cep, due maestre chiedono di patteggiare

PISA – Due delle tre maestre per le quali la procura di Pisa ha chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di maltrattamenti sui minori in concorso ai danni dei bambini di un asilo nido cittadino hanno chiesto il patteggiamento.

I difensori di Sonia Ori (l’unica a essere arrestata è rimasta tre mesi ai domiciliari) e Marcella Ricci hanno chiesto di chiudere la loro vicenda processuale in una sola udienza davanti al Gup.

La notizia è stata pubblicata stamani dal quotidiano Il Tirreno. Le due educatrici sono anche già state licenziate dal Comune al termine di un procedimento disciplinare rapidissimo, mentre la terza, Donatella Castiglioni, è stata trasferito ad altro incarico e non sta a contatto con minori. I suoi legali hanno però scelto di difendersi in tribunale in un processo con rito ordinario. Le tre maestre furono sospese dal servizio nel febbraio scorso quando scattò l’arresto di Ori e diventò di dominio pubblico l’indagine condotta dai carabinieri che per settimane filmarono i presunti maltrattamenti sui bambini. L’inchiesta scattò in seguito alla segnalazione di un’inserviente ausiliaria e precaria, mentre i vertici dell’ufficio servizi educativi del comune erano all’oscuro di tutto. Al procedimento contro le maestre chiederanno di essere ammessi come parti civili anche i genitori di 20 bambini

Fonte: ANSA

By