Maltrattamenti all’Asilo del Cep. Maurizio Nerini: “Marilu’, bastava dire ci siamo sbagliati. Ora fatti una domanda e datti una risposta”

PISA – Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Capogruppo di “Noi Adesso Pisa” Maurizio Nerini sui maltrattamenti all’Asilo Montessori del quartiere Cep. Sai bene Marilù (assessore Chiofalo) quante cose abbiamo fatto insieme per la scuola, quindi stasera per me è tristissimo intervenire, veramente tristissimo, ma certo non posso esimermi dal farlo La magistratura farà le sue valutazioni, farà tutto quello che deve fare, ma Noi dobbiamo dire qualcosa. Il documento (della dirigente) magari poteva essere dato riservatamente in poteva conferenza di capigruppo l’altro giorno… te in conferenza di capigruppo ci hai detto che era un caso di “burn out”e non ci sembra, non sembra essere così, ci hai detto che non si sapeva altro e poi ci sono riscontri su problemi già da gennaio 2015 al Montessori, Montessori che ora si rigira nella tomba.
Abbiamo saputo di riunioni che ci sono state, a proposito di “autocontrollo che poi nell’ordine del giorno del PD verrà fuori, ci sono state delle riunioni interne e l’abbiamo saputo da te, ma a Canale5 non a Canale50. Ho i brividi per quello che ho sentito da parte dello psichiatra perché ho dei riscontri oggettivi di genitori, genitori del Montessori, che mi hanno raccontato che i loro bambini si comportavano in quella maniera in cui lo psichiatra diceva. Vi do una notizia: il sistema non funziona… svegliamoci. È la stesa cosa che è successa, è brutto dirlo ed è una semplificazione banale, con i soffitti della Parmini: quale era la procedura? La “battitura dei soffitti”, abbiamo fatto la battitura la sera e la mattina …il soffitto era giù …è la stessa cosa: il sistema di controllo ha fallito, è inutile girarci intorno!
Al De Negri (PD) in conferenza dei capigruppo ho già detto che di “strumentalizzazioni”non ho viste, io ho visto tante figuracce e questo mi dispiace davvero. Bastava cara Marilù, dire che CI SIAMO SBAGLIATI, bisognava essere più umili, ora c’è da dare delle risposte politiche, poi si andare anche nelle commissioni, si può parlare degli strumenti obsoleti , sbagliati, inadeguati che CI SIAMO DATI. Ho cercato sempre di parlare al plurale, perché questa cosa tocca tutti, è di tutti. Te assessore ci hai messo in gravissima difficoltà davanti a tutta l’Italia, ora devi farti una domanda, darti una risposta e poi comunicarla, ma non a Noi, ai genitori e alla città. Te ne prego

Fonte: Maurizio Nerini – Capogruppo Noi Adesso Pis@

By