Mancata gestione dei rifiuti sul Litorale. Le proposte rivolte all’amministrazione

Pisa – Prosegue la campagna elettorale Antonio Veronese, che, stavolta, focalizza l’attenzione sul Litorale e di conseguenza propone soluzioni per migliorarne la gestione.

Come si legge nel comunicato da loro trasmesso, a distanza di poco tempo dall’apertura della stagione balneare emerge la completa mancanza di un filo logico e la disorganizzazione nella gestione dei rifiuti sul litorale.
“Poniamo ora il problema sperando che il comune abbia la volontà di correre ai ripari e tornare indietro rispetto ad alcune scelte poco intelligenti:

Il primo problema riguarda la capienza del sistema dei cassonetti, vorremmo evitare che accada, come accadde l’anno scorso, di avere cassonetti carta e cartone sempre pieni e pile di immondizia che si accumulano intorno;
In questo senso una amministrazione lungimirante dovrebbe prendere in considerazione due aspetti: il primo è che durante la stagione turistica avere le strade “adornate” di immondizia non è una bella cartolina da visita, il secondo è che non si può tarare il servizio sul volume di utenza dei residenti in un luogo che durante l’alta stagione moltiplica le sue presenze grazie al turismo.

Secondo problema: quale modalità di raccolta rifiuti si adotta sul litorale? Ad oggi ci sono addirittura strade in cui metà dalle case hanno il porta a porta e metà la tessera per i nuovi cassonetti. Per quanto riguarda le tessere non vorremmo che villeggianti residenti fuori dal comune non abbiano altro modo di disfarsi della propria spazzatura che gettarla accanto ai cassonetti.

Terzo problema, nonostante gli ambulanti siano tassati per questo, normalmente la pulizia del lungomare dopo il mercato viene effettuata con un giorno di ritardo, lasciando una situazione di degrado che danneggia tutto il commercio di Marina di Pisa.

Nel ricordare al sindaco che il litorale è parte del Comune di Pisa, denunciamo da tempo la mancanza di presidio del litorale da parte delle forze di sicurezza, speriamo di non essere abbandonati anche per quanto riguarda i rifiuti.”

By