Manifestazione studenti e Cobas a Pisa. Nessun disordine ma alcuni momenti di tensione

PISA – Circa 250 studenti medi superiori insieme ad alcuni militanti dei Cobas hanno sfilando per le vie del centro di Pisa nell’ambito della giornata di mobilitazione nazionale promossa dal sindacalismo di base contro le politiche governative.

Durante il corteo alcuni giovani sono entrati all’ interno dei palazzi di Provincia e Comune e hanno appeso striscioni di protesta. Poi, tornati in piazza, hanno bruciato una bandiera del Pd, partito di maggioranza relativa in città.

A Palazzo Gambacorti, sede del municipio, i manifestanti hanno forzato il blocco delle forze dell’ordine e dopo alcuni momenti di tensione con gli agenti una delegazione è stata autorizzata a salire ai piani superiori dove è stato successivamente esposto uno striscione con la scritta: “Noi studenti non siamo merce. Produciamo conflitto contro le istituzioni delle banche“.

Il serpentone con circa 250 manifestanti dopo avere attraversato il centro e avere sostato alcuni minuti davanti alla sede chiusa di Confindustria, ha invaso l’Aurelia provocando forti rallentamenti al transito dei veicoli. Dopo quasi un’ora studenti e militanti dei Cobas hanno ripreso la marcia verso il centro e attraversato di nuovo i lungarni fino a sciogliere la manifestazione in pieno centro storico senza disordini.

You may also like

By