Manutenzione delle strade: una priorità per Pisa

PISA – “C’è chi dice: perché coi soldi del Pisa Mover ( dell’Incile, o delle Mura Antiche, o degli Arsenali Repubblicani……) non tappate le buche delle strade? Questa domanda, apparentemente ingenua, vuol riproporre la trita e negativa polemica fra “grandi” opere e “piccoli” lavori – questo l’esordio dell’assessore Serfogli.

“Se Pisa ha gli euro per le “grandi” opere è perché ha saputo conquistarli grazie a idee e progetti che sono stai premiati – ha incalzato il Sindaco. Questi soldi, come nel caso dei lavori Piuss), servono a quello e solo per quello possono essere utilizzati.I soldi per la manutenzione delle strade invece escono direttamente dalle casse del Comune (e quindi sono soldi dei residenti pisani) . Il Comune passa questi soldi a Pisamo che mette in funzione operativa il Global Service.

image

MANUTENZIONE STRADE: una valutazione ottimale su quanto sarebbe necessario spendere per mantenere le strade di Pisa al meglio si aggira intorno ai tre milioni/ 3 milioni e mezzo ogni anno.
Negli anni 2012-2013-2014 il Comune, stante la situazione economica dell’Ente , i tagli ripetuti effettuati dal Governo Nazionale , i paletti posti dal Patto di Stabilita’ e l’inadempienza di INVG nei confronti della VI Porta, ha dovuto tenere al minimo i soldi per la manutenzione stradale.
Sono rimasti e sono stati utilizzati i soldi (il 50% dei proventi delle sanzioni) che per legge vanno spesi per le strade.
Oggi la situazione è leggermente migliore: il Comune ha messo a disposizione 350 mila euro (già spesi- leggi la nota sull’utilizzo); e, a breve ,ne aggiungerà altri 500 mila.

I RIPRISTINI: molte delle nostre strade sono “dissestate” dai lavori(importanti e in alcuni casi fondamentali) sui sotto servizi fatti principalmente da Acque spa, Toscana Energia, Enel e le Compagnie telefoniche.
In questi casi le spese del ripristino vanno a carico di chi ha effettuato i lavori sulla strada: loro passano i soldi necessari a Pisamo che ha il compito di realizzare gli interventi di ripristino. Acque spa invece esegue i ripristini direttamente

LE SEGNALAZIONI dei CITTADINI: altro capitolo è quello delle strade, la loro condizione e i cittadini; per questo esiste una piattaforma informatica su cui il cittadino fa la segnalazione che poi può seguire fino alla soluzione. (alleghiamo i dati fornitici da URP e Pisamo)

DA DECIDERE ANCORA COME SARANNO USATI I 500 MILA EURO
Certamente un occhio di riguardo sarà usato per le situazioni più urgenti, a partire dai quartieri

MANOMISSIONI:

VIA SAN MARTINO : lavori (tubazione gas e condotte per video sorveglianza) terminati entro il 10 giugno). Perché si tagliano le pietre? Ma sarà asfalto o pietre a ricoprire lo scasso?
Leggi il comunicato (allegato) :le pietre di san Martino. L’esempio di vicolo Lanfranchi

VIA MAZZINI e VIA D’AZEGLIO: lavori di asfaltatura, scarificatura profonda e risanamento. I lavori dureranno 6 settimane (30 giorni lavorativi). I lavori inizieranno entro e non oltre il 15 luglio, passato il Giugno Pisano. Per l’intero tempo dei lavori sarà chiuso al traffico l’ingresso di via Mazzini dal Lungarno .

VIA BOSCHI: finalmente al via i lavori per la fognatura. Il termine dei lavori è per il 15 giugno. Poi si passerà all’asfaltatura

VIA PISORNO: in quell’area insistono i lavori per la fognatura. I lavori sono stati sospesi e riprenderanno dopo la stagione balneare. Come promesso il tratto di via Pisorno interessato è stato asfaltato.

By