Marcello Cottafava, difensore del Latina: “Non scenderemo in campo per il pareggio”

PISA – Tornerà dopo la squalifica a disposizione di Mister Stefano Sanderra, il difensore centrale del Latina Marcello Cottafava, uno degli elementi di spicco della squadra pontina, che quando vestiva la maglia del Lecce ha già segnato un gol al Pisa.

La scheda. Marcello Cottafava è   nato a Gènova l’8 settembre 1977, difensore di scuola Sampdoria, alto 184 cm per 77. Ha militato in compagini prestigiose di B e di A come Treviso, Lecce, Triestina e Gubbio, prima di giungere a Latina.

Il difensore del Latina Marcello Cottafava

Nella finale contro il Pisa rientri da una squalifica in una gara che sara’ la “madre” di tutte le partite di questo campionato, con una posta in palio importante. Con quale spirito la affronterete?

“C’è la consapevolezza che è una partita importantissima con due buone squadre, messe bene in campo dai rispettivi allenatori, quindi una gara difficile. C’è la consapevolezza che stiamo per fare qualcosa di importante che ci puo’ proiettare nella storia. A Latina c’è indubbiamente tensione, ma e’ una tensione che dovremmo esser bravi a trasformare in energia positiva”

Facciamo un passo indietro. Un tuo giudizio sulla partita di andata…

“All’andata abbiamo trovato molta pressione da parte del pubblico pisano, numeroso e caloroso e che gia’ conoscevo, perche’ a Pisa feci i playoff quando militavo nel Lecce che riuscì a vincere 1-0 con un gol di Tiribocchi, pero’ devo dire che il Pisa non demeritò in tale circostanza “

Un giudizio sulla squadra di Pagliari?

“Il Pisa è un bel mix fra giovani e gente esperta, giocatori importanti come Rocco Sabato che e’ stato mio compagno di squadra a Trieste e poi Mingazzini, Favasuli, che pero’ non ci sara’e Busce’ che ho affrontato da avversari. Con Busce’ tra l’altro ho fatto il corso allenatore per giocatori disoccupati. Io a Veronello e lui a Coverciano e le nostre rappresentative si sono affrontate diverse volte. Inoltre il Pisa ha attaccanti come Scappini e Perez che aprono gli spazi, che sono sempre un pericolo per le squadre avversarie, giocatori fisici con buon tasso tecnico”

Dalla prima partita di campionato quando avete affrontato il Pisa che cosa è cambiato nella squadra nerazzurra?

“Il Pisa ha un po’ meno palleggio, anche nella gara di domenica scorsa è stata una squadra compatta, tignosa, non ci ha lasciato molti spazi e non ci ha permesso di tirare”

La tifoseria e la città di Latina come stanno preparando questo evento?

“C’è una citta’ ed una tifoseria in grande attesa, una societa’ ed una tifoseria partite dai dilettanti che si ritrovano ad un passo da un grande evento come la eventuale promozione in B che a Latina non c’è mai stata”

Anche da Pisa ci saranno molti pulman con molti tifosi senza biglietto..

“Speriamo ci sia un tifo corretto come è  stato a Pisa all’andata e che sia una festa e non accadano incidenti”

By