Marco Chiosa: “Pisa da affrontare con la massima determinazione. Simone Benedetti ottimo difensore”

PISA – Dopo l’importante successo fra le mura amiche contro il Pordenone, i nerazzurri di Mister Luca D’Angelo stanno preparandosi di buona lena per affrontare un altra gara interna contro una Entella da prendere con le molle, reduce anch’essa da un successo interno contro la Juve Stabia. Per sentire gli umori in casa ligure, in vista della gara in programma all’Arena Anconetani domenica 8 dicembre alle ore 15, Pisanews ha contattato un calciatore della squadra chiavarese: si tratta di Marco Chiosa, difensore classe 1993, torinese di Cirié, cresciuto nel settore giovanile granata e da due anni all’Entella, proveniente dal Novara, con esperienze anche in altre squadre prestigiose come Nocerina, Bari, Avellino e Perugia.

di Maurizio Ficeli

D. Grazie Marco per la tua disponibilità, sei all’Entella da due stagioni, bilancio positivo?

R. “Sicuramente, anzi sono contentissimo di avere conquistato la serie B con questa maglia, riscattandomi subito  dalla retrocessione patita con il Novara. Si, indubbiamente, lo scorso anno la partenza per noi è stata difficile, siamo partiti a novembre, giocando gare ogni tre giorni, visto le partite che dovevamo recuperare e tutto ciò non era affatto facile. Per fortuna il campionato per noi si è concluso nel migliore dei modi, malgrado la difficoltà finale dove abbiamo rischiato di vedere sfumare la promozione diretta a vantaggio del Piacenza “.

D. Mentre questo inizio di campionato dell’Entella come sta andando?

R. “Siamo partiti subito bene, inanellando tre vittorie consecutive, poi abbiamo avuto una frenata, ma domenica scorsa siamo riusciti a vincere una partita importante contro una diretta concorrente come la Juve Stabia, perché per noi prima di tutto viene la conquista della salvezza, conquistata quella prima possibile, vedremo“.

D. Che squadra è l’Entella?

R. “Una squadra compatta e difficile da affrontare, come del resto tutte in questa serie B dove l’equilibrio regna sovrano. Abbiamo ottimi giocatori come ad esempio i due De Luca, Giuseppe e Manuel, Eramo, Lizzetto, Schenetti, Pellizzer, ma dovrei nominarne molti altri perché tutta la rosa dell’Entella è importante nel suo complesso“.


D. Rivesti il ruolo di difensore, quali sono le tue caratteristiche?

R.”Non sono altissimo, quindi faccio della concentrazione, dell’esplosività e dell’anticipo le mie armi migliori“.

D. Domenica affronterete all’Arena un Pisa reduce da un successo importante contro il Pordenone, che squadra ti aspetti?

R. “Il Pisa lo abbiamo già incontrato lo scorso anno ed è una squadra che non ha cambiato molto, è una compagine che gioca bene e possiede delle ottime individualità, quindi noi dobbiamo scendere in campo con la massima determinazione. Io come difensore dovrò tenere d’occhio gli attaccanti, non so se Marconi sarà della partita, ma ci sono Masucci, Moscardelli, Fabbro ed Asencio, che formano una rosa di attacco importante per la categoria“.

D. Mentre a livello di reparto difensivo della squadra nerazzurra c’è qualche” collega”che ti ha impressionato?

R. “Conosco molto bene Simone Benedetti, torinese come me, con il quale ho giocato nelle giovanili del Toro e ti posso dire che è un ottimo difensore, oltre che un bravissimo ragazzo. Dopo le giovanili granata non abbiamo mai avuto modo di giocare insieme,anche se siamo molto amici fuori dal campo di gioco, vedo che sta facendo bene e sono contento per lui e gli auguro il meglio perché se lo merita“.

D. Che partita sarà Pisa – Entella di domenica prossima?

R. “Sarà una partita equilibrata fra due squadre che giocano bene e si contenderanno punti importanti. Noi come Entella dovremo fare la nostra gara consapevoli delle nostre qualità, limitando i punti di forza del Pisa e cercando di portare a casa i 3 punti“.

By