Marcos Espeche in esclusiva a Pisanews : “Pisa squadra di alta qualità. Ferrante? può dare tanto al Pisa, ma spero lo faccia dopo domenica prossima”

PISAMarcos Espeche, difensore classe 1985, argentino di Cordoba, ma ormai lucchese di adozione, in quanto veste da ben 7 anni la casacca della Pantera è uno dei giocatori più importanti della Lucchese, con la quale ha conquistato anche la promozione dalla D ai professionisti ed è un punto fermo della squadra guidata da Mister Giovanni Lopez. Pisanews a pochi giorni dalla partita lo ha intervistato in quello che sara un derby tutto argentino con Alexis Ferrante

di Maurizio Ficeli

D. Grazie Marcos per avere accettato l’invito del nostro portale: sei a Lucca da ben 7 anni, bilancio positivo?

R. “Assolutamente si, qui mi son trovato veramente bene fin dall’inizio e poi c’è da sottolineare che se uno rimane così tanto in una piazza significa che si trova bene per forza ed ha sempre più lo stimolo per combattere per questa Lucchese, per cui sento davvero un grande senso di appartenenza. Io sono assolutamente riconoscente verso la Lucchese, in quanto in tutti questi anni mi ha permesso di poter dimostrare il mio valore come calciatore. A Lucca si vive bene, la città è bella ed accogliente, inoltre qui ho conosciuto la mia compagna Sarah e mio figlio Santiago, che ora ha cinque mesi è nato a Lucca, quindi si può assolutamente dire che un pò lucchese lo sono anche io, pur venendo dall’Argentina e orgoglioso delle mie radici a cui tengo molto”.

D. Veniamo a parlare della Lucchese. Come stanno andando le cose?

R. “Stiamo passando un momento di difficoltà, anche se le cause non so dirtele sinceramente, però bisogna aggiungere, per onor di verità, che siamo stati condannati in alcune partite perdute, da episodi sfavorevoli, ma il campionato è lungo e sono fermamente fiducioso di riuscire a ribaltare in positivo la situazione”.

D. Già a cominciare dal derby con il Pisa di domenica all’Arena?

R. “Certo, del resto la gara contro il Pisa potrebbe essere l’occasione per dare una svolta positiva a questo nostro momento, anche perché, essendo un derby, è una partita che si carica da sola e non ha bisogno di essere preparata a livello motivazionale, ma solo a livello tattico, perché derby come quello fra Pisa e Lucchese ti portano ad essere già preparati mentalmente al 100 per 100”.

D. Che giudizio dai sul Pisa e come state preparando la gara dell’Arena?

R. “Il Pisa ha un organico veramente importante con giocatori di altissima qualità, che ti possono cambiare la partita in qualsiasi momento. Noi di conseguenza, stiamo lavorando al massimo per preparare questa gara nel migliore dei modi, in quanto dovremo essere pronti a non concedere niente agli avversari, cercando di fare la partita perfetta contro un Pisa che, ripeto, ha un organico così importante nel quale, se viene a mancare un giocatore ne ha un altro a disposizione in grado di sostituirlo degnamente”.

D. Anche nel Pisa milita, da gennaio un giocatore argentino come te: Jonathan Alexis Ferrante, si prevede un derby nel derby fra connazionali?

R. “Battute a parte, conosco bene Alexis Ferrante, che tra l’altro è stato anche qui a Lucca, ed è un classe 1995 con un grossissimo potenziale come attaccante. Ancora non si è espresso al massimo per le qualità che possiede, ma se trova continuità, può dare tantissimo al Pisa, anche se spero dopo domenica prossima”.

D. Dal punto di vista ambientale che cornice di pubblico ti aspetti per questo “Derby del Foro”?

R. “Sì sa benissimo che i tifosi pisani sono molto calorosi e che accorrono sempre in massa ad incitare i propri beniamini, quindi mi aspetto uno stadio che spingerà la propria squadra a cercare la vittoria. Dall’altro lato sappiamo che il tifoso lucchese tiene molto ai colori rossoneri e seguirà la squadra a Pisa per incitarla e spingerla ad una vittoria all’Arena dove tra l’altro la Lucchese non vince da tanto tempo”.

D. Diamo uno sguardo alla parte alta della classifica, la lotta per il primo posto si è riaperta?

R. “Secondo me si, perché ritengo che il Livorno ultimamente abbia perso diverso terreno e poi c’è l’esempio dello scorso anno dell’Alessandria. Penso che il Siena ed il Pisa siano le candidate più autorevoli a lottare per la promozione diretta, insieme allo stesso Livorno, naturalmente”.

D. Invece riguardo alla Lucchese che finale di campionato prevedi?

R. “Per la Lucchese la cosa più importante è riprendersi quanto prima, poi raggiunta una posizione tranquilla il prima possibile e secondo quante gare mancheranno al termine, si potrà pensare anche a qualcosa di più”.

Foto tratta da noitv.it

By