Marina di Pisa. Entro maggio i primi interventi in Piazza Viviani

MARINA DI PISA – E’ questo uno degli esiti dell’incontro tra la delegazione dei commercianti del direttivo di Confcommercio Marina di Pisa, guidata dalla presidente Susanna Mainardi e l’assessore al Bilancio del Comune di Pisa Andrea Serfogli. Molti i temi trattati, tra cui l’ormai annosa vicenda di piazza Viviani.

“L’assessore Serfogli ha mostrato disponibilità e collaborazione nei confronti delle nostre istanze” – ammette la rappresentante dei commercianti – “impegnandosi a effettuare, prima della chiusura di questo mandato, alcuni semplici interventi utili a rendere piazza Viviani fruibile da abitanti, commercianti, visitatori e turisti. A partire dalla realizzazione di alcuni parcheggi, almeno verso la parte di piazza che guarda il porto, mentre per il lato mare c’è la volontà di migliorare l’arredo urbano con piante e panchine. E’ a tutti evidente che il progetto di riqualificazione definitivo avrà ben altro respiro, ma anche su questo punto l’assessore si è impegnato a procedere all’acquisizione dell’area da parte dell’amministrazione comunale entro la fine della consiliatura. Un passaggio obbligato che permetterebbe poi successivamente di finanziare un più complessivo progetto di riqualificazione, che come imprenditori di Marina di Pisa consideriamo strategico e fondamentale”.

“Entro il 15 maggio le spiagge di ghiaia saranno sistemate, così ci ha confermato l’assessore nel corso dell’incontro, mentre resta aperta la discussione verso quali opere destinare una parte significativa degli introiti provenieti dalle strisce blu” – spiega ancora Mainardi: “Serfogli ha garantito di investire i proventi dei parcheggi sul litorale, e ciò oltre a costituire una base economica per interventi e realizzazioni, sarebbe un primo salto di qualità e una inversione nei rapporti tra centro decisionale e litorale stesso”.

Trasporto pubblico e taxi, cartellonistica e punto informativo, distributore e barriere archiettoniche sono stati gli altri argomenti affrontati nel corso dell’incontro.

By