Marrocco (M5S): “No alla violenza ma la Lega getta benzina sul fuoco”

PISA – Quanto successo a Pisa ieri, il Comizio della Lega in Piazza Vittorio Emanuele e gli scontri tra manifestanti e polizia per difenderlo, deve far riflettere” così Valeria Marrocco, candidata M5S al Senato nel collegio di Pisa, in un post su facebook.

Condanniamo senza appello la manifestazione violenta che ha tentato di impedire la parola ad una forza politica rappresentata in Parlamento. Salvini e la Lega Nord hanno diritto a manifestare il loro pensiero come sancito dalla Costituzione, anche se spesso usano toni inaccettabili” aggiunge la candidata M5s.

Certo credo che i pisani si siano accorti del paradosso di un leader che si racconta paladino della sicurezza e poi, ovunque va, porta scenari che con la sicurezza nulla hanno a che fare e finiscono in conto a Stato, cittadini ed esercizi commerciali. Penso ad esempio ai negozianti di Corso Italia che ieri hanno dovuto tenere chiusi i loro esercizi, così come alle forze dell’ordine destinate a garantire la giusta libertà di propaganda anche a chi come Salvini la usa in modo spesso poco responsabile” precisa Marrocco.

La sicurezza è tema serio e andrebbe trattato come tale. Proprio ieri ero in riunione con i Dirigenti di Confesercenti e Confcommercio che hanno posto giustamente al centro del confronto la priorità della tutela e garanzia della sicurezza a Pisa. Il Movimento 5 Stelle intende garantire e tutelare la sicurezza dei cittadini, anche nella nostra città, sia assicurando il presidio delle forze dell’ordine nel territorio, possibile solo invertendo la linea dei governi di centrodestra e centrosinistra dei tagli. Per parte nostra assumeremo 10mila agenti e doteremo forze dell’ordine e magistratura di tutti gli strumenti necessari per combattere il crimine, diversamente da quanto fatto finora da centrodestra e centrosinistra“.

Ma accanto a questo continueremo credere che la sicurezza passi anche dallo spingere il disagio più forte e genuino dei cittadini verso la partecipazione non violenta – evidenzia Marrocco che aggiunge –  sono in giro da un mese senza sosta, e ogni nostro appuntamento elettorale si è svolto in modo pacifico, con la massima cura e tutela dell’ordine pubblico“.

Mi chiedo e chiedo anche ai cittadini a chi giova questa atmosfera di conflitto violento, questo persino evocare il ritorno a periodi bui della nostra repubblica, come gli anni di piombo” aggiunge la candidata M5S di Pisa

Noi crediamo che il disagio sociale debba essere superato attraverso uno Stato presente e giusto, uno “Stato Amico”, che guidi questo Paese e i cittadini verso un futuro migliore. E questo passa anche dal promuovere certezza del diritto e delle pene, facendo leva su un sentimento profondo di “rispetto”. A questo proposito chissà cosa potrà più dire la Lega Nord nei suoi comizi, quando avremo ridotto ai livello europei il tempo di valutazione delle richieste di asilo dei migranti?” conclude Valeria Marrocco.

By