Martina Batini orgoglio pisano, bronzo a Tokyo nel fioretto a squadre

PISA – Peccato, perché poteva essere almeno argento, il che avrebbe coronato una stupenda prestazione della pisana Martina Batini nella gara a squadre di Fioretto femminile alle Olimpiadi di Tokyo che si è disputata nella giornata di giovedì 29 luglio 2021.

di Giovanni Manenti


Delusa dalla prematura eliminazione nella prova individuale, la 32enne pisana ha sfogato la rabbia accumulata già nell’incontro dei Quarti contro l’Ungheria, vinto dalle azzurre per 45-32 ed al quale ha contribuito con due nette affermazioni – 5-2 su Flora Pasztor e 5-3 su Fanni Kreiss – per poi contenere (5-6) il tentativo di rimonta magiara nella sfida contro Kata Kondricz, consegnando alle sue due compagne Alice Volpi ed Arianna Errigo un rassicurante vantaggio di 35-26 prima degli ultimi due assalti.

A distanza di tre ore, ecco nuovamente le tre nostre portacolori in pedana per disputare la semifinale contro le “cugine” transalpine, sfida questa che sembrava tingersi di azzurro al termine della prima rotazione – 15-7 per l’Italia con Martina ad aver inflitto un 5-4 alla Pauline Ranvier – vantaggio poi ridotto a 30-25 al termine della seconda, causa un passivo di 5-9 patito proprio contro la Ranvier da parte di Arianna Errigo, la più esperta e medagliata del gruppo.

Il tentativo di rimonta francese veniva arginato sia dalla nostra schermitrice che da Alice Volpi, le quali consegnano alla Errigo un ultimo assalto con tre stoccate (40-37) di vantaggio, ma purtroppo per la veterana azzurra non è giornata ed il suo 3-8 contro Ysaora Thibus fa sì che sia la Francia ad accedere alla Finale per la Medaglia d’oro (venendo poi sconfitte per 45-34 dalle favorite Russe).

In casi come questi, la delusione può condizionare la sfida per il bronzo contro gli Stati Uniti, ed invece le nostre ragazze forniscono una eccellente prova di maturità – con Martina Batini ancora sugli scudi, 7-4 a Leo Kiefer e e 5-1 a Nicole Ross, per poi dare il cambio nell’ultima rotazione alla riserva Erica Cipressa – schiantando letteralmente le americane con punteggio conclusivo di 45-23 tale da non ammettere repliche. 

Grande Martina, orgoglio di una città intera, almeno l’argento te lo saresti meritato, ma nello Sport occorre accettare i verdetti del campo (o della pedana, come in questo caso), e quindi va bene così.

Il tecnico Simone Piccini, anch’egli convocato nella spedizione olimpica, non riesce a trattenere l’emozione: “Martina è nata e cresciuta nel nostro Club e per noi è molto importante formare gli atleti dai loro primi passi in palestra, fino all’Olimpo sportivo. Questa medaglia è la dimostrazione dell’impegno e la dedizione che tutti i giorni mettiamo in palestra.

Martina Batini, 32 anni, si allena nel Club Scherma Pisa Antonio di Ciolo di Via Galiani a Pisa, è mamma di Leonardo, compagna di Matteo Tagliarol (spadista oro e bronzo a Pechino 2008) e laureata in Ingegneria Gestionale all’Università di Pisa. Una carriera sportiva invidiabile con 14 medaglie tra Mondiali, Europei e Universiadi a cui aggiungere un altro obiettivo raggiunto, l’aspirazione di ogni sportivo: il podio olimpico. Grazie Martina!

By