Mascherine a San Giuliano Terme da giovedì 1 Aprile

SAN GIULIANO TERME – Sono nuovamente a disposizione cinque mascherine chirurgiche per ogni tessera sanitaria per i residenti a San Giuliano Terme a partire da giovedì 1 aprile.

Il ritiro è possibile tutti i martedì e giovedì del mese di aprile. Orario: 15 – 17. La distribuzione è organizzata dal Comune di San Giuliano Terme in collaborazione con Pubblica Assistenza di PisaCroce Rossa Italiana comitato di Pontasserchio e Sava di Asciano.

Per informazioni e per chi avesse problemi a raggiungere il punto di ritiro: 335 1601348. 

Si ricorda inoltre che anche in caso di zona rossa è possibile effettuare lo spostamento per ritirare le mascherine. Occorrerà l’autocertificazione compilata e firmata.


Dove.Nella sede della Protezione Civile comunale, in via Martin Luther King 4, nella frazione capoluogo


Come.Le modalità per il ritiro. Occorrerà presentarsi nel punto di ritiro con la tessera sanitaria dell’intestatario della famiglia, che potrà ritirarle per l’intero nucleo familiare (si raccomanda quindi di spostarsi una persona per famiglia). La delega per il ritiro è possibile anche a beneficio di persone non appartenenti allo stesso gruppo familiare: per effettuarla è sufficiente la tessera sanitaria della persona interessata. Al punto di ritiro sono presenti gli elenchi con i residenti di tutte le frazioni e si procederà con la registrazione dei codici fiscali (per questo motivo è fondamentale la tessera sanitaria e non sarà sufficiente il solo documento di riconoscimento).


Quando.La sede di via Martin Luther King è aperta il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17 per tutto il mese di aprile. Si parte giovedì 1. La raccomandazione è di non creare assembramenti inopportuni nella fase di ritiro delle mascherine.


Sergio Di Maio (sindaco di San Giuliano Terme) e Roberta Paolicchi (assessora con delega al rapporto con le associazioni di volontariato): “Ringraziamo ancora una volta le associazioni coinvolte e gli uffici per il lavoro svolto anche in questa cosiddetta ‘terza ondata’ della pandemia da Covid-19. Un ringraziamento particolare va al sistema di Protezione Civile comunale, grazie al quale è stato possibile organizzare una nuova distribuzione”.

By