Matteo Ciofani, difensore del Frosinone in esclusiva su Pisanews: “Il Pisa e’ una delle poche squadre che quest’anno ci ha messo in difficoltà”

PISA – L’anticipo serale della partita di domani in terra ciociara è ormai prossimo e noi abbiamo voluto tastare il polso al difensore Matteo Ciofani, fratello d’arte, dell’attaccante della compagine di Mister Stellone, Daniel.

Matteo Ciofani è abruzzese di Avezzano, provincia dell’Aquila dove è nato il 26 febbraio 1988, è alto cm.1,83 e pesa 76 kg.

Cresciuto nelle giovanili del Pescara dove da subito ha fatto qualche apparizione in serie B,ha giocato poi due anni nei dilettanti, prima Bitonto e poi nell’Angolana, squadra nei pressi di Pescara, poi a 21 anni è approdato all’Ascoli dove è stato per tre anni e la squadra marchigiana,è stata il suo trampolino di lancio. Da lì è stato alla Ternana in B per arrivare a Frosinone, dove è tuttora un ragazzo cordiale con quale è stato un piacere fare una bella chiacchierata.

Ciao Matteo, piacere.All’andata fu tuo fratello Daniel ad essere intervistato su Pisanews, adesso è toccato a te ed allora ti chiedo che caratteri siete te e tuo fratello?

“Siamo molto simili come carattere, ci capiamo molto con lo sguardo, a lui gli piace molto leggere tenersi aggiornato inoltre è laureato in scienze motorie, ogni cosa che gli accade riesce a farsela scivolare addosso, mentre io invece sono un pò più permaloso”

Ma calcisticamente perchè te sei difensore e lui attaccante? Non ti sarebbe piaciuto anche a te giocare di punta?

“Quando eravamo piccoli ed abbiamo iniziato nella scuola calcio, anche io giocavo da attaccante, ma poi con l’andare del tempo sono passato prima a giocare a cantrocampo per poi passare al mio ruolo definitivo di difensore,crescendo sono passato al mio attuale ruolo che è terzino destro per essere precisi”

Ed a proposito del tuo ruolo di terzino, in quale modulo difensivo riesci ad esprimerti meglio?

“Qui a Frosinone giochiamo con una difesa a quattro, ad esempio anche nella partita di Pisa dell’andata, il modulo è stato quello ed io mi trovo bene come centrale di sinistra, mentre in una difesa a 3 mi trovo bene a destra ed a sinistra”

Che squadra è questo Frosinone?

“Una squadra costruita per vincere il campionato, abbiamo una bella rosa, anche se abbiamo avuto squalifiche ed infortuni e praticamente solo nelle ultime due partite abbiamo avuto una formazione titolare tutta in campo. Nel fare la formazione Mister Stellone si attiene agli uomini che ha a disposizione al momento. Noi come modulo di squadra all’inizio del campionato abbiamo fatto un 4-3-3, cambiando poi con altri moduli, negli ultimi tempi, tipo il 4-4-2 oppure il 4-3-1-2 con il trequartista, dove abbiamo potuto sfruttare al meglio i nostri attaccanti tipo Davis Curiale e mio fratello Daniel”

Ed ora vorrei un tuo giudizio sul Pisa: che squadra ti aspetti?

“Il Pisa è una delle poche squadre in questo campionato che ci ha messo in difficoltà specialmente con giocatori come Arma e Giovinco. So che ora son passati ad una difesa a tre, io non li ho visti giocare però hanno vinto col Barletta, quindi sicuramente sono una squadra in ripresa”

Temi qualche giocatore in particolare della compagine nerazzurra?

“Sicuramente Arma, anche se ultimamente non sta segnando più. Poi bisognerà stare attenti a Giovinco, Napoli e in fase offensiva é da tenere d’occhio Martella, che tra l’altro conosco di persona”.

Come ben saprai il Pisa ha un nuovo Mister,Francesco Cozza: che informazioni hai su di lui come tecnico?

“Non ho mai visto giocare le sue squadre, però mi dicono che le fa giocare a viso aperto, così ci ha detto il nostro Mister Stellone”.

Quindi,secondo te, che partita sarà quella di venerdì sera al “Matusa”?

“Una gara fra due squadre che hanno le migliori difese di questo campionato con sole 12 reti al passivo il Pisa però dovrá temere l’ambiente ed il tifo che ci sarà a Frosinone,oltre al nostro attacco, che è uno dei migliori del campionato”.

Diamo uno sguardo a questo girone B del campionato di Lega Pro: chi vedi favorito?

“Il Perugia, attualmente è la capolista e la vedo favorita, ma vedo anche un ritorno del Lecce che può giocarsi il primo posto, oltre a noi. Poi vedo Grosseto e Salernitana avvantaggiati nei playoff in quanto si rinforzeranno sicuramente in questo mercato di gennaio. Arrivando in buona posizione nei playoff, tipo secondo posto, si puó avere dei vantaggi in chiave promozione anche se non è detto e può vincere pure la nona classificata. Per il resto sono stati rispettati i pronostici o ci potra essere qualche sorpresa”.

Tipo il Pontedera?

“Il Pontedera che giocò a Frosinone non lo vidi molto bene, i punti che ha fatto all’inizio sono meritatissimi e frutto anche della freschezza e dell’entusiasmo iniziale, però non so se i granata rimarranno nei playoff. Sono una buona squadra, ma niente a che vedere con quelle accreditate, tipo il Pisa, poi vedremo nel prosiego del torneo”

SOTTO MATTEO CIOFANI (foto tratta da atuttapagina.it)

20140109-133828.jpg

By