Mattia Bonetto a Pisanews: “Affrontare il Pisa è sempre bello, ma il Prato si sta preparando con molta scrupolosita’”.

PISA – A pochi giorni dalla sfida al Prato Pisanews ha voluto sentire gli umori in casa laniera intervistando un giocatore importante della squadra pratese, Mattia Bonetto, centrocampista classe 1997, veneto di Montebelluna, nella cui squadra ha iniziato la sua carriera calcistica passando poi alla primavera dell’Inter e da lì prima alla Reggiana, poi al Renate, da dove è giunto a Prato la scorsa estate.

di Maurizio Ficeli

D. Grazie Mattia per la tua disponibilità: sei molto giovane ma già hai un curriculum di tutto rispetto, hai un ricordo particolare in questa tua breve carriera?

R. “Sicuramente il gol segnato contro la Juventus quando giocavo nella primavera dell’Inter. A Reggio Emilia dove sono stato in seguito non ho giocato moltissimo, anche se scendere in campo al “Mapei Stadium” è sempre una bella sensazione. A Renate invece dove sono arrivato in seguito, non ho avuto modo di giocare a causa della pubalgia e dopo quell’esperienza eccomi qui a Prato”.

D. Sei arrivato a Prato in questo campionato, come ti stai trovando?

R. “Sono in una squadra giovane che ha pagato un pò dal punto di vista dell’inesperienza, ma a livello di gruppo mi sto trovando veramente bene”.

D. Prato, tra l’altro, uscito rinforzato da questo mercato di gennaio…

R. “Sì, sono arrivati altri ragazzi, che hanno infoltito la rosa che ora cosi è sicuramente più completa”.

D. Anche per uscire prima possibile dai bassifondi della classifica…

R. “Diciamo di si, ultimamente abbiamo fatto due risultati positivi che ci hanno ridato entusiasmo”.

D. Il fatto di giocare le partite casalinghe lontano dal “Lungobisenzio” può in qualche modo avervi penalizzato?

R. “Diciamo che è sicuramente scomodo giocare in campo neutro ma questo non deve essere assolutamente un alibi”.

D. E domenica ricevete sul “neutro” di Pontedera, il Pisa, come state preparando questa gara?

R. “Il Pisa è una squadra forte che è imbattuta da molte gare e giocare contro i nerazzurri è sempre bello, ma noi ci stiamo preparando con molta scrupolosita ad affrontare questa gara”

D. Che informazioni hai sulla squadra allenata da Mister Pazienza?

R. “Quella di una compagine che ha tanti giocatori di spessore, temibile, quindi,a livello di complesso, con giocatori importanti quali Eusepi e Mannini,tanto per citarne alcuni. Personalmente, poi, conosco Dario Maltese, che è stato con me alla Reggiana, e che è un centrocampista molto forte”.

D. Che cornice di pubblico ti aspetti per questa gara fra Prato e Pisa?

R.”Da Prato non ci sarà molta gente, anche se, forse, saranno un pò più di altre volte, vista la gara di cartello con il Pisa. Sarà una partita bella da giocare, in un ambiente caldo e stimolante con un gran numero di tifosi del Pisa”.

D. Quali contromisure adotterete per portare via un risultato positivo contro un Pisa che cercherà di vincere per non perdere terreno a livello di alta classifica?

R. “Se noi riusciamo ad affrontare il Pisa limando il più possibile gli errori individuali, possiamo sicuramente fare una grande prestazione e portare via un risultato positivo che ci serve come il pane”.

D. Concludiamo dando una sguardo alla classifica sia nella parte alta che in quella bassa, un tuo giudizio?

R. “Nella parte alta il Livorno è in buona posizione, ma il campionato è ancora lungo e può succedere di tutto, con il Siena ed il Pisa che possono ancora mettere in difficoltà gli amaranto. Riguardo al Prato, dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo per raggiungere quell’obiettivo che si chiama salvezza e che ne sono certo raggiungeremo sicuramente”.

La foto di Mattia Bonetto e tratta da www.tuttocalciatori.net

By