Maurizio Cannavo’ chiude la stagione sabato 31 Maggio al Reverse Sound Café

PISA – La delegazione C.S.I. – San Giuliano Terme Reverse Sound Café è lieta di presentare il progetto THE CUBE – CONTAMINATION in occasione del party per la chiusura della stagione. L’evento si svolgerà Sabato 31 Maggio a partire dalle h.23.00 presso i locali di Reverse Sound Cafè, via Pietro Metastasio 29 – loc. La Fontina e per l’occasione lo staff di Reverse Sound Cafè ospiterà Maurizio Cannavo’ a.k.a. The NextOne, uno dei più stimati DJ, selector e producer su scala mondiale.

CONTAMINATION è un viaggio in musica. Quattro tappe, quattro città, quattro generi musicali, quattro Selectors. DETROIT – NEW ORLEANS – NEW YORK – CHICAGO. Un itinerario dove il religioso virtuosismo black del SOUL si scioglie, dissoluto e carnale, nel groove sincopato e nella ritmica ammicante del FUNK. Dove l’off-beat del charleston si snoda peccaminoso sul dance-floor, abbagliato dai lustrini scintillanti della DISCO MUSIC. Dove il sound incendia la pista della Warehouse ed esplode sui 4/4 di drum-machines sfrenate e sintetizzatori seducenti, alle origini della HOUSE. CONTAMINATION è un percorso policromo, un tragitto variopinto su i solchi dei vinili accuratamente selezionati da The NextOne, Dot, G. Cascara, Fonx ed impreziosito dalle performance live di Pee Wee (keyboard) e Gianni Valenti (sax).

CHI E’ MAURIZIO CANNAVO’. The NextOne, classe ’69, è attualmente uno dei più celebri e dotati esponenti della cultura hip-hop su scala mondiale. Ballerino, coreografo, DJ e produttore, è ritenuto uno dei più pregevoli ed esperti collezionisti di black music in Italia. Debutta prepotentemente come ballerino nel 1985, vincendo l’ I.D.O. Break-Dance World Championship e l’anno seguente entra a far parte della Universal Zulu Nation, del leggendario Afrika Bambaataa, con cui collaborerà abitualmente. Contemporaneamente sperimenta ed arricchisce un variegato repertorio come DJ. Nel ’90 conquista il piccolo schermo grazie alle collaborazioni con Jovanotti e Pippo Baudo e nel biennio successivo si trasferisce a NYC, dove entra nella storica Rock Steady Crew, grazie ad uno “Wild Style” esplosivo ed unico. In Italia avvia una proficua carriera come producer, fondando il Beats 4 Life Studio e la Next Level Entertainment. Arricchisce il suo curriculum a 360 gradi grazie alle campagne con Nike e Calvin Klein ed è l’ideatore di un personalissimo stile di danza: lo “Space Flow”. Oggi Maurizio affianca all’insegnamento i DJ-set nei migliori club della penisola ed occasionalmente è giudice di contest e battle di danza e di freestyle a livello internazionale.

20140527-072834.jpg

By