Maxi operazione anti droga dei Carabinieri in Toscana

PISA – Ventitré arresti e quarantotto denunce. E’ il bilancio dell’operazione antidroga ‘Ultima’, portata a termine dai Carabinieri della compagnia di Pistoia.

L’indagine è durata circa un anno su un traffico e spaccio di sostanze stupefacenti che ha interessato le province di Pistoia, Prato, Firenze, Siena e Lucca. L’inchiesta, condotta dai Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Pistoia, ha portato all’esecuzione di 21 misure di custodia cautelare, 13 in carcere e 8 ai domiciliari, nei confronti di 14 albanesi e 7 italiani, mentre altre due persone sono state arrestate in flagranza nel corso delle perquisizioni effettuate sempre oggi: si tratta di un italiano trovato in possesso di 60 grammi di hashish e di un albanese che aveva 180 grammi di cocaina e una pistola Tokarev, calibro 7,62, in dotazione alla polizia albanese, detenuta illecitamente.

Nell’operazione sono stati impegnati 130 militari, un elicottero del Quarto elinucleo di Pisa e unità cinofile di Pisa e Firenze. L’organizzazione, al cui vertice c’erano soggetti albanesi, aveva tre ramificazioni: la prima composta da cittadini nordafricani, operanti a Prato; la seconda formata principalmente da italiani operanti nella provincia di Pistoia e la terza costituita da cittadini albanesi che facevano da tramite con altri soggetti dediti allo spaccio finale. La droga veniva importata direttamente dall’Albania e il giro di affari é stato stimato in circa 300 mila euro mensili

By