Mercato via Oberdan, trovata la soluzione

PISA – Ci sarebbe l’accordo tra amministrazione comunale e operatori del mercato dell’artigianato e dell’antiquariato, in programma ogni secondo domenica del mese, per lo spostamento dei banchi da via Oberdan. La soluzione è stato trovata lunedi 27 novembre in un incontro tra ambulanti, rappresentati da Andrea Barbuti, la polizia municipale, con il comandante Michele Stefanelli, il Comune, con la responsabile del Suap Alessia Masini, e la mediazione della Confesercenti Toscana Nord presente con il presidente area pisana Luigi Micheletti ed il responsabile area pisana Simone Romoli.

Il mercato in questione è uno di quelli storici del centro storico e prevedeva la parte dell’antiquariato in piazza Cavalieri e l’artigianato in via Corsica e via Mille, con cadenza mensile. Il Comune da qualche hanno ha poi spostato quei banchi dell’artigianato in via Oberdan creando a lungo andare disagio per i commercianti di Borgo Largo. Da qui la richiesta di trovare una soluzione alternativa, a cominciare dall’appuntamento del prossimo 10 dicembre che capiterà in pieno periodo di shopping natalizio. Il Comune avrebbe proposto agli ambulanti di via Oberdan, quelli con i prodotti dell’artigianato, una nuova collocazione in piazza Cavalieri insieme alla parte dell’antiquariato; questo ovviamente attraverso una riorganizzazione delle postazioni nella piazza. Una ipotesi che ha trovato favorevole Andrea Barbuti anche perché in questo modo si creerebbe un unico mercato in una location splendida come la piazza dei Cavalieri. “Una proposta ragionevole che abbiamo condiviso – commenta Luigi Micheletti – con la creazione di un polo mercatale di prestigio nella piazza dei Cavalieri e liberando via Oberdan da una occupazione stabile. Abbiamo quindi dato il via libera all’operazione anche se i tempi sono stretti, visto che il prossimo mercato ci sarà il 10 dicembre”. E se per quella data non sarà possibile completare lo spostamento? La Confesercenti ha lanciato una proposta: “Ci sono pochi giorni per completare le pratiche del trasferimento dei banchi – conclude il presidente -. Se quindi non si riuscisse per domenica 10, abbiamo concordato con gli ambulanti che i banchi saranno dei gazebo di tre metri per tre e per un massimo di quindi, la metà rispetto ai precedenti mercati. In questo modo crediamo che i disagi per i commercianti saranno ridotti al massimo in attesa poi del trasferimento definitivo da gennaio 2018.

Loading Facebook Comments ...
By