Mercoledì al Ministero della Salute a Roma l’Aoup porta la sua esperienza nella lotta all’epatite C

PISA – Mercoledi 16 novembre a Roma, al Ministero della salute, si terrà il convegno “Pazienti, clinici e istituzioni per un obiettivo comune: eliminare l’HCV in Italia”, che vedrà confrontarsi pazienti, clinici e istituzioni per un obiettivo comune: eliminare l’infezione da Hcv in Italia garantendo il diritto di cura a tutti i pazienti per evitare che la malattia, progredendo, possa incidere irreversibilmente sulla loro aspettativa di vita.

La voce dello specialista epatologo sarà la dottoressa Barbara Coco dell’Unità operativa di Epatologia dell’Aoup, membro della Commissione Aisf per la definizione delle Linee guida nazionali per la cura dell’epatite cronica C e del Comitato direttivo della Fondazione italiana per la ricerca in Epatologia. La Coco nel suo intervento discuterà le prospettive del trattamento per i pazienti affetti da epatite C alla luce dell’esperienza maturata dal 2015 dall’Epatologia pisana (diretta dalla professoressa Maurizia Brunetto) che, come Centro di riferimento della Regione Toscana per la diagnosi e cura delle epatopatie croniche e del tumore del fegato, ha trattato oltre 650 pazienti con epatite C, il maggior numero di casi in Toscana.

Il convegno è patrocinato da Ace-Alleanza contro l’epatite, Epac-Associazione dei pazienti, Aisf-Associazione italiana per lo studio del fegato, Fire-Fondazione italiana per la ricerca in Epatologia, Società italiana di Malattie infettive e tropicali e Ministero della salute.

By