Warning: fopen(/var/www/new.pisanews.net/wp-content/uploads/wp-file-manager-pro/fm_backup/index.php): failed to open stream: Permission denied in /var/www/new.pisanews.net/wp-content/plugins/wp-file-manager/file_folder_manager.php on line 60

Warning: fclose() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /var/www/new.pisanews.net/wp-content/plugins/wp-file-manager/file_folder_manager.php on line 61
Metarock alla Cittadella: applausi per Musica Nuda Erica Mou ed Emma Morton - PISANEWS

Metarock alla Cittadella: applausi per Musica Nuda Erica Mou ed Emma Morton

PISA – Dopo il grande successo di pubblico della scorsa settimana con il concerto dei Gatti Mezzi, Metarock apre ufficialmente i battenti con la voce raffinata e unica di Petra Magoni e il contrabbasso di Ferrucci Spinetti. Sono i Musica Nuda.

image

L’ormai collaudata collaborazione tra la cantante pisana e il musicista casertano, suona sempre con gli avion travel di Peppe Servillo e Fausto Mesolella, porta sul palco della Cittadella la storia della musica italiana rivisitata in maniera molto originale. Ambiente confidenziale, gli spettatori sono quasi tutti seduti davanti al palco, e atmosfera suggestiva in questa notte pisana di settembre.

image

Da Day Tripper dei Beatles ad Another brick in the wall dei Pink Floyd, dalla splendida bocca di rosa di Fabrizio De Andrè fino a bellezza in bicicletta, senza tralasciare Paolo Conte e il Gianni Morandi di sei forte papà. Molto bella la cover di This is love di Bob Marley che è contenuta nell’ultimo album uscito a marzo dal titolo “little wonder”.

Si lascia ascoltare anche la versione francese di stessa spiaggia stesso mare. Salgono sul palco Emma Morton, cantante nata in Scozia ma che da anni vive in Garfagnana, e il chitarrista Luca Giovacchini. La Morton duetta con la Magoni in una trascinante versione di Fever e poi canta da sola Billie Jane di Michael Jackson. Ancora Beatles con come together e poi gran finale con Don’t worry be happy che Petra canta assieme alla figlia Frida e a tutti i protagonisti della serata, andando a ricevere l’applauso convinto del pubblico.

image

Una miscela ben assortita e una formula vincente che abbraccia tutti i generi musicali quella dei musica nuda. Dal 2003 la Magoni e Spinetti hanno realizzato ben 8 album e oltre mille concerti in giro per l’Italia. Non solo i musica nuda. In precedenza Erica Mou ha presentato al pubblico il suo quarto album “Tienimi il posto”, uscito da pochi giorni, da cui ha cantato la title track e altre canzoni tra cui biscotti rotti e il singolo ho scelto te. La 25enne cantautrice pugliese si è trovata a suo agio nello scenario intimo del metarock coinvolgendo il pubblico con altri successi come nella vasca da bagno del tempo, con cui nel 2012 ha vinto il premio della critica Mia Martini sezione giovani al festival di Sanremo.

 

image

Bello anche l’omaggio a Lucio Dalla con la casa in riva al mare. La Mou si è meritata anche un bis e infine ci ha rilasciato un paio di battute a fine serata:” Sono molto felice per questa serata. Un pubblico molto attento e un’atmosfera particolare. Per me è molto bello fare da opening a Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, ma anche ad artisti come Caparezza. Sono motivi di grande soddisfazione per me”. Infine due parole sull’ultimo disco:” E’ un album che parla di cose lasciate andare in cui racconto un po’ me stessa”. Adesso Erica Mou resta in Toscana e presenterà il suo ultimo lavoro alla libreria Feltrinelli a Firenze. Metarock invece da appuntamento a stasera con Theo Teardo preceduto da Kumo & Hedra. Domani gran finale con i Diaframma.

Servizio fotografico a cura di Federico Parenti

By