Michelangelo Betti è il nuovo Sindaco di Cascina. I commenti

CASCINAMichelangelo Betti (centrosinistra) è il nuovo Sindaco di Cascina. Si aggiudica il ballottaggio con il 59,02% delle preferenza contro Leonardo Cosentini (Lega) chiude al 40,98%.

Un successo più largo rispetto alle attese che ha visto Betti primeggiare in tutte le sezioni scrutinate del comune cascinese. Una vera svolta a sinistra per Cascina dopo quattro anni di governo della Lega, che aveva conquistato la piccola cittadina pisana quattro anni e mezzo fa con il successo di Susanna Ceccardi.

LE PAROLE DEL VINCITORE. “Il ballottaggio è sempre una partita a sé, anche se il clima era ben diverso da quattro anni fa. L’affluenza ci aveva fatto ben sperare. Si è visto che l’apparentamento alle liste di Fabio Poli e Cristiano Masi è stato promosso dagli elettori“, afferma Michelangelo Betti nuovo Sindaco di Cascina

LE PAROLE DELLO SCONFITTO. Si affida al suo profilo Facebook Leonardo Cosentini (candidato Sindaco Lega). “Ho telefonato a Michelangelo Betti augurandogli buon lavoro. Voglio ringraziare tutti i cascinesi che mi hanno dato fiducia e tutti gli amici che mi hanno accompagnato in questo viaggio. Da domani saremo all’opposizione, un’opposizione costruttiva nell’unico interesse della città”.

LE PAROLE DI MASI. ono entusiasta di questo risultato è finalmente arrivato. Il mio naso voleva rappresentata punto rosso sul futuro di questa città”, ha detto Cristiano Masi che con la sua lista civica ha appoggiato Masi per il ballottaggio.

LE PAROLE DI LUCIA CIAMPI. La deputata PD Lucia Ciampi commenta così i risultati del ballottaggio: “Michelangelo Betti è il nuovo Sindaco di Cascina. Un bellissimo risultato, soprattutto per i cascinesi, che potranno nuovamente contare su un primo cittadino serio, competente, attento più alle esigenze dei propri abitanti piuttosto che alle vicende romane o ad ambizioni personali. Il divario tra Michelangelo e il candidato del centro destra dimostra come Cascina abbia voluto svoltare a sinistra: la coalizione che sosteneva Betti ha ottenuto quasi il 60% dei voti, precisamente 11.088 voti ben 3.300 in più del suo avversario. Un segnale evidente di come i cittadini abbiano valutato questo periodo di amministrazione leghista. Si apre così una nuova stagione con nuovi colori. Adesso la priorità è mettersi a lavoro per Cascina, recuperare 4 anni di inerzia, offrire progetti ambiziosi ad una città importante della nostra provincia con politiche in grado di garantire una qualità di vita migliore a tutti i cascinesi. A Michelangelo il mio augurio di un intenso e proficuo lavoro insieme ai suoi alleati”.

LE PAROLE DI BONAFÉ. Simona Bonafè, segretaria del Pd toscano, sui risultati dei ballottaggio a Cascina. “A Cascina si volta pagina. Congratulazioni a Michelangelo Betti per questa ampia vittoria in tutte le sezioni e con quasi 20 punti di vantaggio complessivi. Un risultato importante perché si tratta di un grande comune della Toscana e simbolico perché riporta al Pd e al centrosinistra la guida dell’amministrazione lasciata da Susanna Ceccardi per ambire ad altri ruoli, dall’Europa alla Regione. Un’altra grande soddisfazione per il Partito Democratico che si aggiunge al risultato delle elezioni regionali e le amministrative a Viareggio. Ad Arezzo voglio ringraziare Luciano Ralli per essersi messo a disposizione e impegnato fino all’ultimo voto in una sfida che sapevamo molto difficile”.

LE PAROLE DI ALESSANDRA NARDINI. “Questa è una vittoria importante, addirittura simbolica, una vittoria a cui ho sempre creduto e per la quale, dalla sconfitta di 4 anni fa, ho sempre cercato di dare una mano. Grazie a Michelangelo Betti e a tutta la squadra che ha reso possibile questo risultato, grazie a chi ha fatto opposizione in consiglio in questi anni e alle donne e agli uomini che, sul territorio, hanno portato avanti questa battaglia senza risparmiarsi”. A dichiararlo è la Consigliera Regionale del PD Alessandra Nardini. “Il risultato – prosegue Nardini – è stato possibile anche grazie a una coalizione, politica e civica, che è via via cresciuta e ha saputo coinvolgere sempre più energie. Ciò si è potuto realizzare per l’attitudine al confronto di Michelangelo e per il nuovo corso del PD, un partito che ha abbandonato l’idea della chiusura e dell’autosufficienza. È una vittoria che fa davvero bene: fa bene a Cascina, che riavrà un’Amministrazione seria, orientata al futuro e alla modernità, che si occuperà finalmente non delle carriere dei singoli, ma delle necessità concrete delle cittadine e dei cittadini; fa bene a tutta la provincia, che ora può contare su un nuovo impulso da Cascina, dopo gli anni di isolamento e malgoverno della Lega; fa bene al centrosinistra, che con sempre maggiore unità è chiamato qui e in Regione a importanti prove di Governo e che deve ora mostrare modestia, capacità di ascolto, coesione e di aver imparato dagli errori del passato“. Nardini legge questa vittoria anche in prospettiva: “A Cascina, quattro anni fa, si è aperta la stagione delle sconfitte, del tentato assalto leghista ai simboli e ai valori profondi della Toscana. Quell’assalto è fallito e quella stagione vede oggi l’inizio del proprio inesorabile tramonto. Adesso rimbocchiamoci le maniche, lavoriamo bene e, dopo Cascina, riusciremo anche a liberare Pisa dal peso di un’Amministrazione inconcludente e senza progetti“.

LA LETTERA DEL SINDACO DI STAZZEMA. Anche il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona ha espresso i suoi complimenti al neo Sindaco di Cascina Michelangelo Betti con una lettera. “Caro Sindaco, fammi esprimere la grande gioia per la tua vittoria in una città simbolo dell’antifascismo toscano come Cascina che negli ultimi anni aveva subito un governo populista e razzista che è stato sconfitto anche alle elezioni regionali di due settimane fa, non degno di una città come la tua dalla grande tradizione democratica. Sono venuto in questi anni alle manifestazioni per la Liberazione di Cascina e come non mi era mai accaduto, non avevo trovato ad accogliermi l’Amministrazione Comunale in una ricorrenza che deve unire e non dividere. Finalmente torna una Amministrazione che partirà dai valori dell’antifascismo per un nuovo dialogo della città: essere antifascisti non è essere contro qualcuno, ma essere dalla parte dei diritti, della legalità, del saper decidere, ma anche ascoltare. Auspico una ripresa del Patto di Amicizia nel ricordo di Don Fiore Menguzzo nato a Cascina ed ucciso dai nazifascisti a Mulina di Stazzema, dimenticato dall’ultima amministrazione. Sono certo saprai incarnare questi valori e tornerà volentieri a Cascina a parlare di questi valori, con un governo della città autorevole e non autoritario. Ti aspetto a Stazzema

By