Michele Conti: “Per cambiare Pisa le nostre porte sono aperte a tutti”

PISA – Con il 33.4 per cento dei consensi Michele Conti ha prevalso al primo turno su Andrea Serfogli. Un risultato sorprendente e se vogliamo anche storico per Pisa.

I voti di differenza tra i due candidati sono voto più voto meno quattrocento. La partita è aperta, apertissima. Sarà ballottaggio all’ultimo voto quello del 24 giugno prossimo per l’elezione a Sindaco della città.

LE PAROLE DI CONTI. “Siamo la vera alternativa alla città – dice Michele Conti – vogliamo cambiare la storia di Pisa e per farlo le nostre porte sono aperte a tutti quelli che sposeranno il nostro progetto politico. Chiediamo una mano per il cambiamento della città di Pisa”.

QUALI SCENARI. Se Michele Conti avrà la meglio su Andrea Serfogli nel ballottaggio di domenica 24 giugno la Lega porterà in Consiglio Comunale 15 consiglieri, tre li porterà Fdi-Nap e due Forza Italia.

I POSSIBILI CONSIGLIERI. A fare la parte del leone del centrodestra è stata la Lega che è il primo partito cittadino rispettando il trend nazionale. Per quanto riguarda i consensi Alessandro Gennai e Gianluca Gambini hanno fatto il pieno con 256 consensi ciascuno seguiti da Alessandro Bargagna, Andrea Buscemi e Marcello Lazzeri. In caso di successo di Conti entrerebbero in Consiglio Filippo Bedini, Giulia Gambini e Maurizio Merini oltre a Virginia Mancini e Riccardo Buscemi di Forza Italia. Naturalmente in Consiglio entrerebbero sia in caso di successo di Serfogli che di Conti Antonio Veronese (Patto Civico) e Raffaele Latrofa (Pisa Nel Cuore) oltre a Ciccio Auletta (Una Città in Comune) e Gabriele Amore (M5S)

By