Michele Conti: “Sarà una Pisa proiettata sempre più nel futuro”

PISA – E’ una Pisa “proiettata nel futuro” quella che il Sindaco Michele Conti ha presentato questa mattina agli Organi di Informazione nel consueto incontro con la stampa per gli auguri natalizi, occasione per fare il punto dell’anno appena trascorso ed affrontare i programmi per quello venturo, per il quale sono già state avviate le procedure per la candidatura della nostra città a “Capitale Italiana della Cultura per il 2021“, con il Primo Cittadino a ribadire con fermezza di non avere alcun interesse a candidarsi per la Lega alle prossime elezioni regionali.

di Giovanni Manenti

“Il mio credo è sempre stato quello di compiere un passo alla volta, ed in questo caso ritengo sia mio dovere mantenere l’impegno assunto verso un’intera cittadinanza al momento della mia elezione e, pertanto, intendo portare a termine il mandato conferitomi dagli elettori” …
Si è trattato di un anno“, precisa Michele Conti, “che ha anche visto l’avvicendamento di due Assessori nella composizione della Giunta, un evento che ritengo normale possa avvenire nel corso di un percorso quinquennale e, del resto, dei nuovi Assessori l’Avv. Sandra Munno ha già avviato l’iter non semplice della statalizzazione delle scuole materne comunali, mentre il nuovo Assessore alla Cultura Pierpaolo Magnani sta operando in piena sintonia con la Presidente del Teatro Verdi Patrizia Paoletti Tangheroni per dare ancor maggiore vitalità a detta struttura, così che posso tranquillamente affermare come la macchina dell’Amministrazione Comunale sia perfettamente oliata per affrontare le sfide che ci aspettano, non ritenendo possano esservi ulteriori variazioni nella sua composizione, eccezion fatta per eventuali problematiche a carattere personale di cui al momento non sono a conoscenza“.


Il Primo Cittadino è quindi passato ad elencare per sommi capi quelle che sono state le tappe fondamentali di un anno che sta per concludersi, partendo dall’obiettivo postosi di dare a Pisa una visione per il futuro “quali l’idea della tranvia tra la Stazione e Cisanello, l’avvio dei lavori per la costruzione del nuovo Ospedale che sostituirà l’attuale struttura del Santa Chiara, per poi essersi concentrati sul verde urbano, una serie di varianti come quella che riguarda il vecchio “Cinema Ariston” quale tentativo di riportare i residenti nel Centro Storico, la chiusura del Campo Rom dopo tanti anni, che rappresentano tutta una serie di situazioni che hanno spaziato nei vari settori di competenza dell’Amministrazione Comunale, per poi passare alle grandi riqualificazioni costituite dalle asfaltature, l’impegno mantenuto per zone periferiche quali Coltano dove dopo 50 anni siamo riusciti a fare le strade, senza dimenticare i lavori svolti per il Litorale così come in molte altre zone cittadine, tutte iniziative che proseguiranno anche nel 2020 attraverso una serie di interventi che riguarderanno ancora il verde urbano, la revisione dei marciapiedi cittadini, gli arredi urbani e la riqualificazione del Centro storico, senza esserci dimenticati di coloro che vivono nei quartieri periferici avendo stanziato 2milioni di €uro a beneficio delle Case Popolari per le ristrutturazioni di più impellente necessità, avendo altresì approntato una serie di bonus, quindi aiuti concreti, per le famiglie disagiate, il tutto compreso nel Bilancio di Previsione approvato dal Consiglio Comunale l’altro giorno così da mantenere un sistema virtuoso che è nelle caratteristiche del nostro Comune“.

Tutte queste attività“, prosegue il Primo Cittadino, “sono state poste in essere grazie ad una maggioranza di governo molto unita, con una forte sinergia tra la Lega, primo partito cittadino, e le altre forze politiche quali Fratelli d’Italia, Forza Italia e la lista civica “Pisa nel Cuore” che non posso che ringraziare per quanto stiamo cercando di fare, ed in parte già riuscendo, per migliorare la qualità della vita della nostra città, come già testimoniano gli indicatori de “Il Sole 24 Ore” che hanno visto Pisa fare un importante balzo in avanti passando dal 54esimo al 41esimo posto a livello nazionale, una circostanza che mi permette di poter affermare quanto sia elevato il gradimento per il nostro operato a livello cittadino, confermatomi anche dalla recente visita ai residenti del Quartiere del CEP, dal quale ho ricevuto molti consensi nella mia elezione a Sindaco assolutamente impensabili 20 anni fa e che mi hanno incoraggiato a continuare nella mia opera, detto da persone che notoriamente non hanno molti peli sulla lingua se c’è da contestare qualcosa“.

Resta“, conclude Michele Conti, “il problema della sicurezza, per il quale stiamo facendo il possibile, vedasi l’incremento del numero degli Agenti di Polizia Municipale, la dotazione per gli stessi di nuove e più efficienti attrezzature e l’introduzione di unità cinofile, ritenendo lo stesso una delle nostre priorità per l’anno a venire, anche se devo ammettere che le attuali Leggi non ci favoriscono al riguardo, visto che non è accettabile che un soggetto posto sotto custodia cautelare da parte delle forze dell’ordine venga poi scarcerato nel giro di 48 ore, con la speranza pertanto che il Governo vari misure più restrittive per debellare sopratutto quello che è il nostro punto debole sul piano della micro criminalità, ovvero lo spaccio degli stupefacenti che, oltre a provocare un danno per i singoli ragazzi che ne fanno uso, diviene in seguito un gravame per l’intera collettività“.

By