Michele Filippi: “Con un Pisa così non c’è stato niente da fare”

OLBIA – Al termine della gara vinta dal Pisa ad Olbia si presenta nella sala stampa del Nespoli il mister dei sardi Michele Filippi che analizza così la gara persa dalla propria squadra con i nerazzurri.

di Maurizio Ficeli

“Giocavamo contro una delle grandi di questo girone, una squadra di grande forza tecnica, fisica ed esperienziale. Forse potevamo essere più scaltri nel capitalizzare le occasioni create, ma con questo Pisa, non era semplice giocare. Ci abbiamo provato, siamo rimasti in gara sino alla fine e negli ultimi 15′ si è giocato davvero poco per via delle tante interruzioni, il risultato finale è giusto. Contro squadre di questa levatura, si può vincere se si arriva all’impegno al massimo della propria forza facendo percepire all’avversario la propria presenza in ogni frangente della gara. Noi abbiamo lottato e provato a fare il nostro, ma il Pisa aveva probabilmente più motore di noi”.

Filippi rafforza il concetto “Il Pisa è sceso in campo con una formazione diversa da quella che aspettavamo e abbiamo sofferto i loro cambi di campo, nei quali, pur andando in pressione nei tempi giusti, ci è mancata forza nella contrapposizione fisica. Rispetto alle precedenti partite, non siamo stati capaci di mettere aggressività nella metà campo avversaria e alla lunga questo ha pesato. Il gol subito? Dovrei rivederlo, ma credo che ci siano più meriti del Pisa che demeriti nostri. Gucher ha messo dentro una palla perfetta che ha scavalcato la nostra linea. Peccato, perché sullo 0-0 anche noi avevamo avuto un’occasione limpida su palla inattiva”.

Loading Facebook Comments ...
By