Michele Pazienza si presenta: “Meno moduli uguale meno confusione e piu flessibilità”

PISA – È stato presentato ufficialmente alla stampa questo pomeriggio il nuovo tecnico nerazzurro Michele Pazienza. Presso la sala stampa Passaponti dell’Arena Garibaldi Giovanni Corrado e Il direttore dell’area tecnica Raffaele Ferrara alla vigilia del derby contro la Pistoiese hanno dato in la alla nuova gestione tecnica nerazzurra.

di Giovanni Manenti 

“Mister Pazienza ha contratto sino al 30 giugno – dice Giovanni Corrado – quando lo abbiamo tesserato in estate avevamo già in mente di poterlo usare per la prima squadra. Dopo la partita con il Pontedera la scelta era già stata fatta. Quando si cambia allenatore ad ottobre è indubbio che si è sbagliato nella scelta iniziale l’allenatore non si valuta solo dai risultati, noi eravamo convinti che la squadra non rispecchiasse quelle che erano le attese della società nel condividere un certo tipo di percorso”, conclude Corrado.

“Appena ho appeso le scarpe al chiodo la mia ambizione era quella di allenare una prima squadra anche se non nego che questa di Pisa è stata una sorpresa anche per me, afferma mister Michele Pazienza – Alla squadra non parlo di moduli, ma di modo di occupare gli spazi nel corso di una partita. Parlare di moduli e di numeri può creare confusione, mentre deve esserci flessibilità sia in merito agli avversari che alle situazioni di una singola partita. Contro la Pistoiese mi aspetto una gara difficile, tosta, fastidiosa con una avversaria ben allenata da un tecnico esperto. Ho cercato di prepararla sotto l’aspetto caratteriale e dell’aggressivita. Mannini può giocare in più ruoli e credo che sia un bene per noi perché lo posso utilizzare a seconda sia dell’avversario che delle fasi della partita. Per quanto riguarda la mia esperienza da giocatore ho avuto la fortuna di aver avuto allenatori come Mazzarri, Spalletti e Conte. Ho preso da tutti qualcosa e cercherò di metterlo in pratica in questa nuova esperienza. Ho la fortuna di avere ragazzi intelligenti che hanno capito la situazione e mi stanno seguendo in quello che sto proponendo, i numeri dicono che i maggiori problemi sono in attacco ed è lì dove dobbiamo migliorare soprattutto sul piano della manovra Non dobbiamo focalizzare l’attenzione sul tour de force che ci attende in vista del derby con il Livorno, ci dobbiamo concentrare su ogni partita alla volta, altrimenti sarebbe controproducente”.

“La decisione di esonerare Gautieri – dice Raffaele Ferrara – non è stata presa per i risultati, ma per come la squadra si esprimeva in campo e dalla quale ci aspettavamo di più sopratutto nell’atteggiamento”.

By