Migliarino. Pronta la prima rotatoria che collega l’Aurelia al Comune di Vecchiano

MIGLIARINOSvincolo A11-SS Aurelia a Migliarino: pronta e percorribile la prima rotatoria che collega l’Aurelia con il Comune di Vecchiano all’imbocco della via Traversagna.

Un primo importante risultato che consiste nella ultimazione e nella piena percorribilità della prima delle due rotatorie che Anas sta realizzando presso lo svincolo della A11 con la SS Aurelia.

“Da oggi è pienamente fruibile per tutti gli automobilisti e gli utenti della strada la rotatoria posta all’intersezione tra la Statale Aurelia e la Via Traversagna: un importante passo avanti per la nostra viabilità locale, in un momento in cui il traffico sull’Aurelia è più intenso anche in considerazione del periodo estivo e della chiusura del Ponte di Pontasserchio. Un passo avanti notevole per la messa in sicurezza dell’intero svincolo”, commenta soddisfatto il Sindaco Massimiliano Angori, che recentemente aveva avuto rassicurazioni circa lo svolgimento dei lavori direttamente dall’ex Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, onorevole Graziano Del Rio. “I lavori proseguiranno per la realizzazione della seconda rotatoria, quella connessa con l’ingresso autostradale”, spiega ancora il primo cittadino.

“I lavori proseguono, da parte di Anas, per il completamento della seconda rotatoria, quella connessa con l’ingresso autostradale. La parte cruciale degli interventi potrà essere svolta dalla fine del mese di agosto per non causare disagi e ingorghi all’uscita dal casello autostradale, vista la concomitanza con l’esodo estivo”, afferma l’Assessore alla Gestione dei Servizi sul Territorio, Michele Nicolini.

L’ultimazione della seconda rotatoria, fanno sapere da Anas, è prevista per il prossimo mese di settembre.
Un percorso non semplice, soprattutto dal punto di vista amministrativo e burocratico, dunque, quello del cantiere Anas per la realizzazione di una doppia rotatoria: come affermato dal Sindaco Angori il cantiere, infatti, ha subito numerose battute d’arresto per una serie di problematiche tecniche e procedurali, che sono state superate anche grazie al costante impegno dell’Amministrazione Comunale vecchianese che dal settembre 2016, ovvero dalla partenza del cantiere, ha sempre seguito con attenzione e impegno lo svolgimento dei lavori, adoperandosi in una fitte sequenza di contatti istituzionali, non da ultimi quelli con i Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, e con l’ex Ministro Graziano Del Rio e l’attuale titolare del Dicastero, onorevole Danilo Toninelli a cui il primo cittadino aveva recentemente scritto una nuova missiva al riguardo.

“Si tratta infatti di un progetto atteso da anni dalla comunità vecchianese, un’opera che interessa uno dei nodi viari di importanza nazionale, percorso ogni giorno da migliaia di automobilisti. Mi preme precisare che si tratta di un progetto non calato dall’alto, ma incentrato pienamente sulle esigenze della comunità locale, realizzato su volontà dell’Amministrazione Pardini e lo posso testimoniare in prima persona poiché già nel 2010, in qualità di Assessore ai Lavori Pubblici proprio nella Giunta Pardini, insieme a componenti dell’Ufficio Tecnico comunale, più volte ci recammo a Roma al Ministero dei Trasporti per sottoporre le nostre proposte in tema di transitabilità sul territorio locale. L’intera opera di snellimento della viabilità, inoltre, è funzionale anche per la zona industriale vecchianese, dove ogni giorno circolano circa 2400 addetti che lavorano nelle singole imprese. A ciò si aggiunga che i miglioramenti viari faciliteranno anche il flusso dei mezzi pesanti che si recano nella zona per rifornire le ditte. Si tratta di un’opera fondamentale, che migliorerà di gran lunga tutta la viabilità locale. Un ringraziamento è doveroso a tutte le istituzioni che si sono impegnate per questo primo risultato in sinergia col nostro Comune: a cominciare dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, passando per la Regione Toscana, la stessa Anas spa e la Prefettura di Pisa che hanno sempre ascoltato e supportato le nostre richieste”, conclude il Sindaco Massimiliano Angori.

By