Mille Miglia a Cascina. Tanta gente, applausi e molte auto per le vie del centro storico

CASCINA – «Piano!, Andate piano, che c’è un sacco di gente!». Lo hanno ripetuto per tutto il pomeriggio, anche in inglese, francese e tedesco, gli steward della Mille Miglia.

image

Gridandolo ai piloti delle auto d’epoca che oggi sono entrate nel centro storico di Cascina per la sosta ristoro della terza tappa della Mille Miglia. E in effetti lo spettacolo offerto dagli oltre 400 modelli di auto storiche che hanno sostato in corso Matteotti dalle ore 13.30 in poi ha richiamato tantissima gente e appassionati, che con telecamere, smartphone e fotocamere professionali hanno fissato gli istanti più belli di quella che Dino Ferrari definì, al corsa più bella del mondo. L’evento è stato aperto dal Ferrari Tribute, con 60 Ferrari contemporanee che hanno preceduto la carovana storica, per la gioia di tantissimi ferraristi che hanno chiesto a più riprese ai piloti di pigiare sul pedale dell’acceleratore per far sentire il rombo dei motori. Poi è stato il turno delle Mercedes e quindi dei concorrenti in gara. Cascina è tornata per un attimo indietro di 80anni. Sui sampietrini del corso si sono alternate gloriose quattro ruote che parevano uscite da vecchie foto in bianco e nero di gare su strade non asfaltate, quando guidare per centinaia di chilometri a velocità elevata significava sottoporsi ad un duro sforzo fisico, mangiare, letteralmente, polvere e domare, senza servosterzo, auto pesantissime. Molto atteso da numerosi fans l’ex capitano dell’Inter, Javier Zanetti, che però non ha potuto partecipare nonostante la sua presenza annunciata. Donne in visibilio per il modello britannico David Gandy e ressa per una foto con Joe Bastianich. Soddisfazione dell’amministrazione comunale per l’evento, che conferma Cascina, anche dopo l’arrivo della Tirreno Adriatico lo scorso marzo, come palcoscenico perfetto per grandi eventi di portata nazionale.

Ufficio Stampa Comune di Cascina

By