Misericordia, il Comune chiama in causa gli imprenditori Pisani per salvare le sorti dell’Arciconfraternita

PISA – Si è tenuto l’atteso incontro in Consiglio Comunale nel tardo pomeriggio di ieri, tra il governatore della Misericordia di Pisa Luigi Marchetti e i capigruppo dei vari partiti, per la difficile situazione che sta attraversando l’Arciconfraternita.

E’ in gioco infatti il posto di lavoro di 37 persone, che non ricevono lo stipendio da un mese e mezzo e che vedono giorno dopo giorno sempre più a rischio il loro posto di lavoro.

L’azienda a quanto si è potuto capire e’ decisa ormai a far scattare le lettere di mobilità per la grave situazione economica in cui versa. Non sembra ci siano altre strade se non quelle di chiamare in causa qualcuno che possa salvare i posti di lavoro e rilevare la Misericordia.

E proprio questa idea e’ emersa da parte del Comune di Pisa, che ha intenzione di presentare giovedì prossimo in Consiglio Comunale un ordine del giorno, che chiami a raccolta tutti gli imprenditori Pisani, nel tentativo di salvare le sorti dell’Arciconfraternita.

Un ente importante per la città di Pisa con oltre 700 anni di storia che rischia seriamente di essere spazzato via.

20130716-000016.jpg

You may also like

By