Molesta la ex fidanzata: arrestato per stalking

PONTEDERA – Non accettava la fine della relazione sentimentale con la compagna e per mesi l’ha molestata con telefonate, messaggi, in alcuni dei quali anche augurandole la morte, fino ad arrivare a danneggiare l’auto di un parente e addirittura per due volte a profanare la tomba del padre di lei.

Protagonista della vicenda un operaio incensurato di 32 anni di Pontedera arrestato dai carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere poi trasformata in arresti domiciliari dopo l’interrogatorio di garanzia durante il quale ha ammesso le sue responsabilità. E’ accusato di stalking. Vittima è una parrucchiera pisana di 43 anni che nell’agosto scorso dopo settimane di atti persecutori da parte dell’ex fidanzato ha sporto denuncia. Il giovane tuttavia ha continuato per mesi a molestarla con telefonate, sms intimidatori e facendosi trovare nei luoghi frequentati dalla donna. Un’escalation di comportamenti culminata il giorno di San Valentino di quest’anno quando per la seconda volta ha imbrattato con una bomboletta spray di vernice nera la foto del padre della ex compagna collocata sulla lapide della sua tomba. Proprio quel giorno scattò l’arresto per l’operaio che aveva già disatteso diverse misure cautelari impostegli dalle forze dell’ordine in seguito alle denunce della donna: dall’ammonimento orale al divieto di avvicinarsi alla casa, al posto di lavoro e agli altri luoghi tradizionalmente frequentati dall’ex compagna.

You may also like

By