Molta gente ai funerali di Roberto Frassi. Ciao Bob, continua a proteggerci da lassù!!!

PISA – E’ un giorno triste per il popolo nerazzurro e per la gente di Pisa, che oggi pomeriggio ha salutato nella Chiesa di San Bartolomeo nel quartire di S. Ermete Roberto Frassi, un vero sportivo, una persona seria che aveva nel suo sorriso la sua principale caratteristica.

Per l’ultimo saluto la Chiesa era gremita di gente. C’erano anche ex giocatori nerazzurri come Paolino Andreotti, Ildebrando Stàfico e Gerry Cavallo, oltre a tanti rappresentanti di calcio giovanile della nostra città e della nostra Provincia.

Con Roberto, la città perde un vero pisano, oltre che un grande tifoso nerazzurro del Pisa. Un vero cuore nerazzurro. Bob simpatizzava anche un altra squadra nerazzurra, l’Inter. E quando non giocava il Pisa, lui ne approfittava per seguirne le gesta davanti alla tv. Ma oltre ad essere un tifoso era anche un cittadino attento ai problemi della città, impegnato in politica e anche nel sociale. Bob, così veniva soprannominato era vicino anche ai problemi della gente e aveva sempre una parola di conforto nei momenti più difficili.

Quando su qualche emittente locale, dove era presente il Sindaco, si parlava di problemi di Pisa, lui interveniva per segnalare al primo cittadino, i problemi della città. Era inoltre impegnato nel calcio giovanile con la società sportiva nel S. Sisto dove gioca suo figlio Andrea. Sabato mattina se n’è andato anzitempo dagli allenamenti per dare una mano alla società di Musigliano in vista del match casalingo che la attendeva. Era sempre in prima linea nell’organizzazione della famosa “Sagra delle pallette” nella società del Madonna dell’Acqua, ed in passato ha collaborato fattivamente al sito Arena Romeo.

Ma come non ricordarlo,quando veniva allo stadio, nel gruppo di Radio Scalino con la sua bicicletta a parlare con amore ed equilibrio della squadra nerazzurra. Mai una parola fuori posto. Grande sportivo praticamente, non era difficile, sovente, vederlo correre sui viali vicini all’Arena. Dopo aver fatto per tanti anni il pendolare fra Pisa e Firenze, dove aveva lavorato al Nuovo Pignone, era riuscito a venire a lavorare a Pisa e tra due anni sarebbe stato prossimo alla meritata pensione da valido ingegnere qual’era.

Era molto legato al figlio nella vita di tutti i giorni. Nè condivideva tutto e anche con grande soddisfazione. Lo ha fatto fino all’ultimo giorno. Quello più atroce, quando lo ha seguito a vedere Cascina – Maliseti, gara della categoria Elitè, che Andrea doveva commentare per una nota rivista di calcio giovanile.

La nostra redazione si stringe attorno ad Andrea e alla moglie Giuliana per questo tragico momento. Stentiamo ancora a credere che Roberto ci abbia lasciato, ma una cosa è certa, vivrà sempre nel cuore di tutti i veri Pisani amanti del Pisa e di Pisa. E Roberto, ne siamo certi, nell’alto dei cieli nerazzurri, tiferà per sempre rossocrociato .

Ciao Bob, continua a proteggerci da lassù!!!

SOTTO AL CENTRO IN MAGLIA ROSSA ROBERTO FRASSI (Foto tratta da Facebook)

20140401-235332.jpg

By