Monitoraggio della nidificazione della tartaruga sul litorale pisano

PISA – Dopo il ritrovamento nell’estate del 2017 lungo la costa di Tirrenia di alcune uova di Caretta caretta, la tartaruga marina più diffusa nel Mar Mediterraneo, e la stagione 2018 in cui si è registrato il record di nidificazioni in Toscana, per il secondo anno consecutivo il Comune di Pisa e Legambiente organizzano un’attività di monitoraggio delle nidificazioni di tartaruga, lungo il tratto di litoraleda Marina di Pisa a Calambrone.

I volontari si alterneranno ogni giorno a coppie, a partire dalle 6 del mattino, nel monitoraggio di tutto il litorale pisano, perlustrando le spiagge di sabbia da Marina di Pisa fino allo scolmatore a Calambrone. Il monitoraggio è previsto dal 10 giugno al 18 agosto, periodo di maggiore probabilità di deposizione delle tartarughe. I volontari precedentemente istruiti sulle modalità di osservazione della spiaggia saranno suddivisi in turni per coprire tutto il litorale.

Sabato 8 giugno alle ore 18, all’interno del programma di Marenia Nonsolomare, presso il Bagno “L’Alba Big Fish” ci sarà un incontro pubblico di presentazione del progetto alla presenza di Legambiente, Tartamare e Comune di Pisa. Tutti coloro che sono disponibili a collaborare a questa iniziativapossono contattareLegambiente Pisa al numero 050.553435 o per e-mail a:legambiente@legambientepisa.it. Oppure possono contattarel’Ufficio Ambiente del Comune di Pisa al numero 050.910485 o per e-mail a:ambiente@comune.pisa.it.

By