Monologo di Michela Murgia al Teatro dei Coraggiosi di Pomarance

PISA – La scrittrice Michela Murgia sarà ospite al Teatro dei Coraggiosi di Pomarance venerdì 1 marzo alle ore 21.15 con lo spettacolo “Istruzioni per diventare fascisti”.

Nella Stagione teatrale 2018-2019 quella di Pomarance sarà l’unica tappa dello spettacolo per la provincia di Pisa (seconda e ultima data in Toscana a Barberino del Mugello il 15 marzo).

Manipolando gli strumenti democratici si può rendere fascista per anni un intero paese senza nemmeno dirla mai la parola “fascismo”, facendo in modo che il linguaggio fascista sia accettato socialmente in tutti i discorsi, buono per tutti i temi, come fosse una scatola senza etichette – né di destra né di sinistra – che può passare di mano in mano senza avere a che fare direttamente con il suo contenuto.

Il contenuto. Ecco il problema essenziale: provare ad affermare il fascismo sul piano delle idee è lungo, complicato e conflittuale e alla fine si rivela inutile. Se si agisce sul metodo, invece, le cose verranno da sé. Poiché infatti in politica metodo e contenuto sono la stessa cosa, il metodo fascista ha il potere della trasmutazione alchemica: se applicato senza preclusione ideologica trasforma in fascista chiunque lo faccia proprio, perché – come direbbe Forrest Gump – fascista è chi il fascista fa. Questo monologo offre istruzioni di metodo e in particolare istruzioni di linguaggio, l’infrastruttura culturale più manipolabile che abbiamo. Le parole generano comportamenti e chi controlla le parole di tutti controlla i comportamenti di tutti. È da lì, dai nomi che diamo alle cose e da come le raccontiamo, che il fascismo può affrontare la sfida di tornare contemporaneo. Se riusciamo a convincere un democratico al giorno a usare una parola che gli abbiamo dato noi, quella sfida possiamo vincerla. In coda al monologo un piccolo test per misurare il grado di apprendimento raggiunto e valutare i progressi nell’adesione al fascismo.

Lo spettacolo diventa un’occasione imperdibile di riflessione e confronto sulla nostra epoca e sul nostro agire quotidiano.

Biglietti: intero 10€, ridotto 8€. Info e prenotazioni ai numeri 334.2698007 – 389.0561872.Prevendita biglietti il giorno prima dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro dei Coraggiosi dalle 18 alle 19.30.

MICHELA MURGIA è nata a Cabras nel 1972. Nel 2006 ha pubblicato con Isbn “Il mondo deve sapere”, il diario tragicomico di un mese di lavoro che ha ispirato il film di Paolo Virzì “Tutta la vita davanti”. Per Einaudi ha pubblicato nel 2008 “Viaggio in Sardegna. Undici percorsi nell’isola che non si vede”, nel 2009 il romanzo “Accabadora”, vincitore del Premio Campiello 2010, nel 2011 “Ave Mary”, nel 2012 “Presente” (con Andrea Bajani, Paolo Nori e Giorgio Vasta) e “L’incontro”. È fra gli autori dell’antologia benefica “Sei per la Sardegna” (Einaudi 2014, con Francesco Abate, Alessandro De Roma, Marcello Fois, Salvatore Mannuzzu e Paola Soriga), i cui proventi sono stati destinati alla comunità di Bitti, un paese gravemente danneggiato dall’alluvione. Sempre per Einaudi ha pubblicato “Chirù” (2015), “Futuro interiore” (2016) e “Istruzioni per diventare fascisti” (2018). Ha interpretato Grazia Deledda nello spettacolo teatrale “Quasi Grazia” (2017) di Marcello Fois. Sono divenute cult le sue recensioni/stroncature di libri nella trasmissione “Quante Storie” (Raitre) condotta da Corrado Augias.

By