Montopoli Valdarno, un nuovo spazio per la protezione civile delle Pubbliche Assistenze

MONTOPOLI VALDARNO – Una nuova ‘casa’ per la protezione civile delle Pubbliche Assistenze. Uno spazio, concesso in comodato d’uso dal comune di Montopoli ai volontari dell’Anpas Toscana e dell’Anpas Nazionale per stoccarvi tutte le attrezzature necessarie a fronteggiare le varie emergenze di protezione civile che in questi anni purtroppo hanno portato dolore e distruzione in giro per l’Italia.

Nella struttura, che è dotata anche di un piazzale idoneo per la movimentazione delle attrezzature e la preparazione dei mezzi per la partenza nelle colonne mobili regionale e nazionale, troveranno spazio le tende, il materiale elettrico, la cucina, ma anche idrovore e altri apparati. Tutto il necessario per l’allestimento dei campi base e per gli interventi in zona d’emergenza.

«Abbiamo risposto prontamente – ha detto il sindaco di Montopoli, Alessandra Vivaldi – nella piena consapevolezza di quanto sia importante, nella gestione dell’emergenza, l’uso immediato delle strutture appropriate e la presenza dei volontari di fronte agli eventi cui abbiamo assistito negli anni scorsi. Quindi, con soddisfazione, ma soprattutto con grande senso di responsabilità motivata da quei valori di solidarietà che ci hanno sempre contraddistinto quando si parla di accoglienza e assistenza, in meno di un mese siamo stati in grado di mettere a disposizione la nostra struttura comunale. La centralità, rispetto all’intero territorio della Toscana, che offre Montopoli dotata di infrastrutture importanti quali la FI-PI-LI e la stazione ferroviaria crediamo sia la differenza necessaria per interventi immediati di protezione civile e di assistenza e su questo elemento siamo pronti a progettare insieme ad Anpas la permanenza sul nostro territorio della colonna mobile della Protezione Civile».

«Fino a poco tempo fa – ha detto il responsabile della protezione civile di Anpas, Sandro Moni – le nostre attrezzature erano a Prato, grazie alla generosità di un imprenditore del luogo, Ruggero Balli che ringraziamo molto per aver concesso degli spazi sempre a titolo gratuito. Da Prato ci spostiamo a Montopoli, e stavolta dobbiamo ringraziare l’amministrazione comunale e il sindaco, Alessandra Vivaldi, per averci concesso l’opportunità di raccogliere le nostre attrezzature in un unico punto e accelerare così le operazioni di partenza in caso di allerta».

I volontari di Anpas Toscana negli ultimi anni, sono stati chiamati dal Dipartimento Nazionale e dalla Regione Toscana in tutti i luoghi dove era necessaria la loro competenza, ma soprattutto la loro umanità nell’assistere le persone colpite dal terremoto all’Aquila o in Emilia, o dalle esondazioni, in Versilia o Garfagnana. Nella protezione civile moderna l’impegno dei volontari è determinante non tanto per surrogare le forze dell’ordine in compiti ad alto rischio, quando per gestire e curare al meglio l’aspetto dell’assistenza e della solidarietà. Campi di accoglienza, pasti caldi, e una mano tesa, servono e sono determinanti. E solo i volontari garantiscono il valore aggiunto dell’umanità, della passione, con legami indissolubili che nascono proprio tra le tute arancio e chi in un momento di difficoltà ha avuto qualcuno che gli è stato vicino.

Fonte: Ufficio Stampa Anpas Toscana

LA FOTO SOTTO E’ TRATTA DA GONEWS.IT

20130911-151050.jpg

You may also like

By