Mosca olearia: in provincia al via lo sportello di Coldiretti a favore delle imprese

PISA – Occhio alla mosca olearia: è già entrata in azione. I temporali estivi delle ultime settimane ed in conseguente aumento dell’umidità hanno favorito i primi attacchi della temibile bactrocera oleae. Per le 600 aziende agricole che producono olio tra Santa Luce, Orciano, Rosignano Marittima, Fauglia, Castellina e Ripardella (sono oltre 5100 quelle a livello provinciale) è già tempo di prevenire e correre ai ripari per evitare cali di produzioni e danni alle piante che in passato sono stati, in particolari annate, molto consistenti. Una emergenza che Coldiretti è già pronta ad affrontare con l’attivazione del sportello “anti – mosca” che sarà completamente gratuito per le imprese del settore (info su www.pisa.coldiretti.it). Il compito dello sportello è quello di mettere in condizioni gli agricoltori-olivicoltori di ottenere indicazioni precise e puntuali di tipo generale ma anche su come effettuare un’analisi diretta delle olive attraverso l’utilizzo di stereoscopi, determinando così la percentuale di infestazione oltre a guidare i produttori alle prese con le nuove regole in materia di etichettatura. “Rispetto ad alcuni anni fa – spiega Fabrizio Filippi, Presidente Provinciale Coldiretti – la cultura della prevenzione è molto aumentata tra le imprese ma non è mai sufficiente. La mosca è un nemico che possiamo contrastare e combattere conmetodi efficaci mettendo in condizioni le imprese di garantire al consumatore finale un prodotto di qualità”. La prevenzione porta in dote anche un risparmio economico e un minor impatto sull’ambiente: aspetti fondamentali degli interventi previsti dall’attività di monitoraggio insieme alla tracciabilità, alla certificazione fino alla tutela della qualità dell’olio. Ecco dove rivolgersi: presso sede Coldiretti di Santa Luce in Via Berlinguer n. 2 (tel: 050-685927). Per maggiori informazioni pisa@coldiretti.it

 

By