Una mostra per San Paolo a Ripa d’Arno

PISA – Fino al 6 aprile potranno essere ammirate, presso le sale del “Royal Victoria Hotel” a Pisa, Lungarno Pacinotti, 20 opere realizzate da due docenti e studenti dell’Istituto Statale d’Arte “Russoli” della nostra città ed aventi per tema “il silenzio”, filo conduttore di tutto il calendario 2017 della “Associazione Lungofiume”.

di Giovanni Manenti

Le foto della presentazione dell’iniziativa

Guarda la video intervista al Presidente dell’Associazione Lnngofiume Massimo Corevi

Di recente costituzione, è questa la seconda iniziativa che la riferita Associazione ha calendarizzato per il corrente anno, dopo il successo incontrato nella doppia serata dedicata alla figura di Carla Voltolina – moglie di Sandro Pertini – ed andata in scena al teatro Verdi di Vicopisano, ed il titolo “Il Silenzio. All’ombra di San Paolo” è emblematico della relativa finalità, poiché pone l’accento sulla necessità di operare una raccolta fondi onde terminare nel minor tempo possibile i lavori attualmente in corso per il restauro dell’antica Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno …

L’evento è stato presentato agli Organi di Informazione presso la Sede di Pisa della Banca di Pisa e Fornacette ed in merito allo stesso il Presidente dell’Associazione Lungofiume, Massimo Corevi, è stato esplicito nel dichiarare come “trattasi di una Manifestazione che si chiama “Il Silenzio all’ombra di San Paolo e che riguarda, soprattutto, gli studenti del liceo artistico “Russoli” di Pisa, i quali hanno eseguito delle opere, ispirandosi proprio al silenzio e quindi noi faremo dall’1 al 6 aprile presso l’Hotel Victoria una esposizione di questi lavori e, successivamente, sabato 8 aprile, si svolgerà un’asta e la premiazione dei vincitori.” “L’iniziativa”, ha proseguito Corevi, “ha la Chiesa di San Paolo quale faro ispiratore, per cui invitiamo tutte le persone, oltre ad assistere ad un evento particolare quale quello di ammirare delle opere che hanno ispirato gli studenti del liceo – e mi dicono che ci siano dei lavori veramente interessanti – a partecipare anche alla gara di solidarietà per la Chiesa di San Paolo, della cui riapertura i pisani sentono il bisogno”. “Le opere realizzate”, ha concluso il Presidente dell’Associazione, “sono di vario tipo, comprendendo foto, opere grafiche, quadri, sculture e quindi una varietà di temi, tutti molto interessanti, personalmente ho avuto modo di vedere solo alcune foto, ma devo dire che non sembrano certo eseguite da ragazzi giovani, ai quali faccio un plauso per l’impegno profuso”.

Legittimo l’orgoglio della Preside del liceo artistico, Gabriella Giuliani e dell’insegnante Bianca Braccini Wolkenstein, la quale ha seguito la stesura e la selezione delle opere, sia per il favorevole accoglimento da parte degli studenti del tema del silenzio in un’epoca in cui si tende a far rumore che per l’impegno profuso in lavori iniziati sin dallo scorso settembre e che hanno avuto come sfondo non solo la Chiesa di San Paolo, ma qualsiasi scenario che rievocasse il silenzio, appunto, coinvolgendo gli studenti di tutte le varie classi …

Mentre non poteva che essere soddisfatta dell’iniziativa la Dr.ssa Francesca Barsotti, dell’Ufficio Diocesano dei beni culturali, la quale ha manifestato “la propria speranza che con il ricavato dell’asta si possa dare ulteriore impulso ai lavori di restauro che stanno procedendo grazie anche al contributo di Banche e della Fondazione Pisa, al fine di poter restituire entro un anno il monumento ai Pisani che da troppo tempo soffrono per la relativa chiusura”.

Significative, infine, le parole con cui Andrea Ferrante, Assessore alla Cultura del Comune di Pisa – patrocinante dell’evento assieme all’Arcidiocesi – ha sposato l’idea messa in atto dalla Associazione Lungofiume, sottolineando come “si tratti di una iniziativa di elevato spessore culturale alla quale va il plauso parimenti sia della città che dell’amministrazione comunale, ed in particolare va evidenziato il fatto che la stessa coinvolga ancora una volta i ragazzi del Liceo Artistico di Pisa, che già in altre occasioni hanno dimostrato la propria sensibilità nel realizzare opere finalizzate al bene comune”.

L’appuntamento, pertanto, è per sabato 8 aprile alle ore 11 presso la Sede della Banca di Pisa e Fornacette, posta in Lungarno Pacinotti, per partecipare all’asta per l’aggiudicazione delle opere in concorso, curata da William Catania, Vicepresidente della più volte citata Associazione Lungofiume alla presenza degli stessi studenti del liceo, autori dei lavori, al termine della quale saranno altresì premiate le tre migliori opere, valutate da una commissione composta da artisti e personalità operanti sul territorio pisano, ai cui autori la Banca che ospita l’iniziativa consegnerà un premio – da valutare se attraverso una “carta prepagata” od un libretto di deposito – del valore di €. 100,00 quale opera di fidelizzazione di futuri, possibili clienti …

Direi che sia quasi impossibile mancare …

By